fbpx

34ª edizione Festival Danza Estate: serata Germogli, creatività emergente

34ª edizione Festival Danza Estate: serata Germogli, creatività emergente

FDE Festival Danza Estate 34ª edizione – Paesaggi Invisibili – Bergamo 16 giugno – 1 luglio
La prossima settimana si apre con la

SERATA GERMOGLI.
SPAZIO ALLA CREATIVITÀ EMERGENTE

e a seguire Ofir Yudilevitch, Aakash Odedra Company e Komoco/Sofia Nappi

Dopo l’apertura con Abbondanza/Bertoni, Nicola Galli, Jacopo Jenna e Opera Bianco che in questi giorni stanno animando i PAESAGGI INVISIBILI della 34ª edizione di FDE Festival Danza Estate, la prossima settimana sarà la volta della serata GERMOGLI. SPAZIO PER LA CREATIVITÀ EMERGENTE, che porta al magnifico Chiostro del Carmine di Bergamo Alta, i lavori di quattro artisti under 35 per la prima volta selezionati dalla direzione artistica e da una giuria di spettatori di FDE tramite il bando This Must Be The Space, lanciato nei mesi scorsi.

In scena martedì 21 giugno a partire dalle ore 20

  • Tommaso Serratore – Domino
  • Adriano Bolognino – Gli amanti
  • Michela Priuli – Primo Movimento
  • Collettivo Vitamina – Never Stop Scrolling Baby

E a seguire, nella settimana:

  • GRAVITAS di Ofir Yudilevitch – Israele
    24 giugno, ore 20:30 | Spazio Eventi DASTE, Bergamo
  • LITTLE MURMUR di Aakash Odedra Company – UK
    SEZIONE KIDS

    25 giugno, ore 10:30 e 16 | Cineteatro Boccaleone, Bergamo
  • IMA di Komoco/Sofia Nappi
    25 giugno, ore 21:30 | Chiostro del Carmine, Bergamo Alta

Al termine degli spettacoli seguirà D_TALK una chiacchierata con i coreografi e le coreografe a cura di Lorenzo Conti.

PAESAGGI INVISIBILI è la cornice narrativa di questa edizione di FDE che considera il paesaggio come spazio che accoglie la comunità, orizzonte che si trasforma, territorio da scoprire attraverso la danza per aprire lo sguardo in modo nuovo ed esplorare ciò che resta nascosto e invisibile, come è il processo creativo che sta dietro a un lavoro artistico.

“In questa 34ª edizione di FDE Festival Danza Estate invitiamo i nostri spettatori e le nostre spettatrici a un training speciale: allenare lo sguardo a scoprire ciò che resta nascosto, i Paesaggi invisibili.
I paesaggi che vogliamo raccontare sono gli spazi che accolgono le comunità, territori da scoprire, ma a volte anche luoghi insidiosi che affrontano e propongono sfide, che racchiudono segreti e immaginari nei quali convivono i corpi, i gesti e le transizioni della danza”
Flavia Vecchiarelli – Direttrice artistica FDE 

Schede degli Spettacoli

Domino
Tommaso Serratore

In Domino il protagonista è Mr Furry,
un bizzarro essere che avanza da una dimensione primordiale verso il presente. Nell’incessante tentativo di giungere a uno stato di compiutezza, è nel ‘qui e ora’ che questa creatura incontra un suo simile anch’esso in bilico e indaffarato 
a trovare un posto in cui sentirsi a proprio agio. È l’interazione tra queste due figure che diventa il terreno in cui cresce una certa curiosità verso il futuro, in cui scoprire nuovi traguardi e nuove forme di potenziale felicità. Domino è 
un condensato della vita che stiamo vivendo, in un periodo insolito fatto di scelte radicali e di potenziali inespressi; è un moto in avanti continuo e progressivo, che induce a scorgere nel presente non più una disfatta, ma una nuova risorsa.

Tommaso Serratore (Udine 1988) si forma all’Opus Ballet di Firenze frequentando LOFT, percorso di formazione specialistica di danza contemporanea, ed entra a far parte di Officina Pontormo, progetto a cura di Virgilio Sieni dedicato alla danza e alla sperimentazione dei linguaggi contemporanei dell’arte.

Collabora come danzatore con i coreografi Daniela Paci, Virgilio Sieni, Francesca Cola, Antonello Tudisco, Roberto Castello, Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea. Segue come assistente il coreografo Virgilio Sieni, nella produzione De Anima, nella I edizione del Festival Stanze Segrete, nelle attività della Accademia sull’Arte del Gesto, nel progetto Altissima Povertà e Ballo 1945, e C.ie Zerogrammi, nella produzione Alcesti e le attività legate alla spazio Casa LUFT.

Dal 2012 si dedica allo sviluppo della propria ricerca artistica interessandosi alla coesistenza tra le diverse pratiche e tecniche performative. Ospitato in diverse residenze artistiche nazionali e internazionali, presenta le sue creazioni Tavor, Welcome, La Quarta Potenza di Mille, Ciclo Economico, L’esatto Colore del Dubbio, La Leggerezza del Divenire, Passenger_il Coraggio di Stare (creazione vincitrice del bando “Residenze coreografiche Lavanderia a Vapore 3.0/Piemonte dal Vivo”, “Festival Oriente Occidente” e “I Visionari”), Mr Furry, Domino (creazione vincitrice del bando “Abitante”) nell’ambito di diversi Festival italiani e internazionali.

Attualmente è artista associato alla compagnia Versiliadanza di Firenze e prodotto da Perypezye Urbane di Milano.

  • Ideazione Tommaso Serratore
  • Danza Sara Sguotti, Tommaso Serratore
  • Luci Eleonora Diana
  • Musica Gabriele Ottino
  • Coproduzione Perypezye Urbane, Versiliadanza
  • Con il sostegno di Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni e Fondazione CR Firenze – Bando Abitante 2021
  • Si ringrazia MCF Belfioredanza, Teatro Frida

Gli amanti
Adriano Bolognino

Gli amanti trae ispirazione dal calco
 che è stato realizzato a partire
 dai corpi ritrovati a Pompei nell’eruzione del Vesuvio avvenuta nel 79 d.C. 
Un abbraccio cristallizzato nel tempo dall’azione prepotente della natura 
che la creazione di Adriano Bolognino fa rivivere nei gesti e nei corpi delle danzatrici in scena.
 Un abbraccio senza identità che rende il pubblico testimone di questa storia speciale che dura da oltre 2000 anni rendendolo complice e ugualmente partecipe di un sentimento universale: un amore infinito e indissolubile.

Adriano Bolognino (Napoli 1995), si forma presso il Centro Regionale della danza Lyceum di Napoli diretto da Mara Fusco. Collabora come danzatore con le compagnie Valencia Dancing Forward, DejaDonne e come freelance con il coreografo Jorge Crecis di cui è assistente all’Università delle arti a Malta. Come coreografo crea nel 2019 per la compagnia EgriBianco “Your body is a battleground/Trio Version”. Le sue creazioni vanno in scena in contesti nazionali ed internazionali tra cui Cross Festival, Kilowatt Festival, BMotion Opera Estate, Fabbrica Europa, Gender Bender Festival, Prospettiva Danza Padova, e Biennale Danza College Coreografi 2019, dove realizza “La più viva delle città morte”.
Con “RM94978 from Paris to Tenerife”, lavoro selezionato per Anticorpi XL, è finalista del Premio Twain_direzioniAltre e vince nel 2019 il Premio Prospettiva Danza Padova. È uno dei coreografi di Anghiari Dance Hub 2019, dove crea “Gli Amanti”, creazione selezionata per Aerowaves 21 e per Anticorpi XL 2021. La Biennale di Venezia gli commissiona un nuovo lavoro per il festival 2020 (“Your body is a battleground\solo version”), selezionata nel 2021 per il Campania Teatro Festival e per l’Italia dei Visionari. La creazione “Capricho” è selezionata nel 2021 per la call Raising Motions, Home Centro Coreografico a Perugia. Il progetto “Rua da Saudade” è vincitore di Call for Creation 2021, residenza artistica ad Orsolina28, e viene successivamente selezionato come finalista per DNA Appunti Coreografici 2021. È inoltre selezionato per la NID Platform 2021 ed è vincitore del premio sostegno alla scrittura coreografica Cortoindanza 2021 e menzione speciale al premio Twain Direzioni Altre 2021.

  • Di Adriano Bolognino
  • Con Rosaria Di Maro, Giorgia Longo
  • Musiche Akira Rabelais
  • Produzione Anghiari Dance Hub
  • Creazione selezionata per Aerowaves Twenty21, Vetrina della giovane danza d’autore, Anticorpi XL 2021

Primo movimento
Michela Priuli

Primo movimento nasce da una riflessione emersa durante il periodo
 di isolamento e distanziamento che abbiamo vissuto negli ultimi due anni. Una situazione che ha messo 
in discussione molteplici aspetti
 del vivere quotidiano riattivando una relazione di prossimità con il proprio corpo che in questa creazione è vissuto come ‘casa’. Un luogo protetto
 che può accogliere le diverse sfaccettature della psiche e le numerose maschere che indossiamo. In primo movimento queste maschere risuonano come figure archetipe portatrici della complessità della natura umana.

Michela Priuli (Orzinuovi 1993) si diploma presso la Dancehaus/Accademia Susanna Beltrami e successivamente approfondisce i suoi studi con artisti internazionali quali: Hofesh Schecther, Ohad Naharin, Jos Baker, Johannes Wieland, Marina Mascarell e molti altri. Danza per Sita Ostheimer in “Creature of the wild” (2017), Marigia Maggipinto in “Die liebe kommt die liebe geht” (2018) e Kristina Alleyne in “Single out” (2019). Dal 2016 lavora nella Compagnia Susanna Beltrami, nel 2017 fonda il gruppo DUEDITRE con cui vince residenze presso Sosta Palmizi (2018) e Art Printing House in Lituania (2019). Nel 2019 è coreografa del progetto “Fundamentals” per la Dancehaus Junior Company e dal 2020 lavora con Annalì Rainoldi. Nel 2021 diventa un’artista sostenuta dal centro di produzione Dancehauspiù con cui crea “1°movimento” per la Dancehaus Junior Company. Nel luglio 2021 crea “MAYA” per il II anno della Oliva Contemporary Dance Project.

  • di Michela Priuli / DANCEHAUS Company Junior
  • con Barbara Allegrezza, Niccolò Castagni, Andrea Piras
  • Produzione DANCEHAUSpiù
  • Musiche Richard Wagner, Facteur – Unleash the beast

Never stop scrolling baby {summer gold edition}
Collettivo Vitamina

PRIMA NAZIONALE

Never Stop Scrolling Baby è un flusso continuo di informazioni, un gioco
 di accelerazioni e impulsi che esplora le dinamiche che governano la nostra realtà iperconnessa e superfluida e nello specifico il meccanismo chiamato ‘scrolling’. Un’invenzione che ha influenzato la vita di quasi tutta la popolazione mondiale, un gesto che ha cambiato il rapporto con il mondo, la percezione del tempo, il modo di elaborazione delle informazioni e di interazione. Un gesto familiare a una realtà costantemente alla ricerca del sensazionale e del rivoluzionario.

Collettivo Vitamina è composto da Alessandra Ferreri – regista e drammaturga, Joshua Vanhaverbeke – artista visivo e compositore, Matteo Sedda – danzatore e coreografo.

Insieme sviluppano una scrittura comune, un linguaggio ibrido tra danza, installazione artistica e performance. La loro ricerca attuale interroga la grande accelerazione dell’era contemporanea, problematizza l’impatto del digitale sulle società umane che si trovano in un costante stato di iperconnessione. La loro ricerca artistica si orienta verso proposte sceniche performative totalizzanti volte ad attivare i sensi dello spettatore.

Vitamina ha sede a Bruxelles, con progetti attivi in Italia, Belgio e Francia.

  • ideazione e coreografia Alessandra Ferreri, Joshua Vanhaverbeke, Matteo Sedda
  • coordinamento artistico Alessandra Ferreri
  • aiuto al coordinamento Céline Pasquier
  • performance Matteo Sedda
  • creazione suono e luci Joshua Vanhaverbeke
  • costumi Maarten Van Mulken
  • coproduzione Koninklijke Vlaamse Schouwburg, Brussels (BE), Théâtre de Vanves, Paris (FR), S’ALA Produzione, Sassari (IT)
  • Con il sostegno di Centre Wallonie-Bruxelles, Paris (FR), Institut Culturel Italien de Paris (FR), Kunstenpunt/Flanders Arts Institute (BE), Le Grand Studio, Bruxelles (BE), LookIN’OUT, Bruxelles (BE), SUITCASE d’Artist Project/ Iles asbl, Bruxelles (BE), Wallonie-Bruxelles Théâtre Danse (BE), Danza Sassari Danza (IT), Igor x Moreno (IT), Sardegna Teatro (IT), PACT Zollverein (DE), Amsterdam Fringe Festival (NL)Amsterdam Fringe Festival (NL).
  • Residenze Atelier de Paris / CDCN (FR) – Micadanses, Paris (FR) – Scène44, Marseille (FR) – Théâtre de Vanves, Paris (FR) – CC Bruegel, Bruxelles (BE) – De Singel, Antwerp (BE) – Le Grand Studio, Bruxelles (BE) – Petit théâtre Mercelis, Ixelles (BE) – Théâtre Marni, Bruxelles (BE) – S’ALA spazio per artist*, Sassari (IT)  – Teatro Massimo, Cagliari, (IT)
VAI ALL'EVENTO

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
Audizioni 2022 Compagnia Zappalà Danza