Inizia: 24 Marzo 2019
17:30
Finisce: 24 Marzo 2019
17:30

Sede Evento

Auditorium Due Pini di Roma

GPS: 41.9478546, 12.461966299999972

3 Giorni di Spettacoli e Masterclass | Prima Edizione
ROMA 21-23-24 marzo 2019

Il Festival Flamenco di Primavera è un progetto per la diffusione delle culture popolari e per l’integrazione tra i popoli.
Il flamenco, espressione della cultura gitano-ispanica, oggi patrimonio dell’umanità, viene rappresentato in questa manifestazione di tre giorni da artisti di riconosciuta fama internazionale del panorama flamenco.

Tre spettacoli che porteranno lo spettatore nel clima più autentico di questa arte.
Nei giorni del festival (21-23-24 marzo 2019) gli artisti invitati terranno delle master class di due giorni intensivi.
Il festival sarà messo in scena, per la sua prima edizione, presso l’Auditorium Due Pini di Roma, teatro della capienza di 380 posti sito in piazza Giuochi Delfici in zona Ponte Milvio (Cassia).

Lo scopo del festival è quello di creare fermento culturale in differenti quartieri di Roma.
Le rispettive master class si terranno invece nel quartiere romano della Garbatella ed al quartiere Appio.

Questa manifestazione si pone come obiettivo quella di essere unica nel suo genere poiché coniuga l’aspetto teatrale degli spettacoli a quello formativo e di studio con delle master class.

La politica dell’Associazione Culturale SPAZIO FLAMENCO è quella di portare a teatro un pubblico variegato, cercando di mantenere il prezzo del biglietto entro i 25 euro per spettacolo, e offrendo il carnet di 3 spettacoli a 50€.

Spettacoli

  • 21 marzo, ore 21.00
    El Junco – spettacolo “El Triangulo” , al cante Matias Lopez “El Mati”, al toque Oscar Lago.
  • 23 marzo, ore 21.00
    Ursula Lopez – spettacolo “Las pequeñas cosas”, alcante Jeromo Segura, al toque Alfredo Lagos.
  • 24 marzo, ore 17.30
    Juan Requena – spettacolo “Arroyo de la miel”, alle percussioni David “Chupete”, al cante Delia Membrive.Con la partecipazione straordinaria di Josè Valencia alcante e di “El Junco” al baile.

Artisti

Ursula López

Ursula López è nata a Montilla (Córdoba). Ha iniziato la sua formazione accademica in giovanissima età, diplomandosi sia in danza classica che in danza spagnola e presto si è recata a Siviglia per seguire i suoi studi nella disciplina del flamenco con grandi maestri come Manolete e Manolo Marín, essendo quest’ultima l’ha iniziata nella sua carriera professionale nell’opera Carmen sotto la direzione di Carlos Saura.

Nel 1996 è diventata membro della Compañía Andaluza de Danza , dove è rimasta per otto anni. Ha partecipato come solista a tutte le rappresentazioni, viaggiando attraverso i principali festival e teatri del mondo. Alcuni di questi lavori includono “El Perro Andaluz” di Maria Pagés, “La Vida Breve”di Jose Antonio per l’inaugurazione del Teatro Reale di Madrid, “Latido Flamenco” di Manolete, “Cosas de Payos” di Javier Latorre, “Ramito de Locura” di Javier Barón, “Dharma” di Eva la Yerbabuena e “Bodas de Sangre” ” In una delle ultime opere di Antonio Gadés interpretando la parte esemplare di” La donna “per il Festival di Granada.

Ursula è anche riuscita nella Biennale di Flamenco di Siviglia nel 2004 con le opere di “Don Juan Flamenco” , con Rafael Campallo e “Asimetrías” di Andrés Marín.
Nel novembre del 2004 Ursula è diventata un’artista ospite del “Ballet Nacional de España”dove rimase fino al 2006, girando in questo periodo lo spettacolo “La Leyenda” e “Café de Chinitas” sotto la direzione di Jose Antonio Ruiz

Nel 2007 Ursula ha fondato la sua compagnia e ha pubblicato il suo primo lavoro “Abriendo Camino” per il Flamenco Festival 2007 di Jerez.
Nel 2008 è tornata al festival nella produzione “Flamenco se escribe con jota” con Miguel Angel Berna e Rafael Campallo.

Ha collaborato con Joaquín Grilo in “Belmonte” ricevendo il premio del pubblico al Flamenco Festival di Jerez nel 2010.
Nel settembre 2012 ha pubblicato insieme alla sua compagnia la nuova produzione “La Otra Piel”nella Biennale di Flamenco di Siviglia, spettacolo che è stato anche esibito nel teatro Villamarta per il Jerez Flamenco Festival nel 2013 con grande successo tra la critica e il pubblico.
Ursula ha partecipato con David Peña (Dorantes) e Javier Ruibal in un concetto molto interessante e un dialogo artistico chiamato “InterAcción” .
Le sue ultime esibizioni a Mosca, Saragozza, Kiev (Ucraina), Bucarest, Chisinau (Moldavia), Cordoba, Amsterdam e la sua prossima partecipazione al Quarto “Festival Iberica Contemporánea” a Querétaro México si intrecciano con l’insegnamento dando workshop in tutto il mondo non per citare in “Flamencodanza Studio” , la sua scuola a Siviglia.

JUAN JOSE JAEN ARROJO «EL JUNCO»

Juan José Jean Arroyo “el Junco”, nasce a Cadice, nel barrio Santa Maria. Inizia lo studio del flamenco all’età di otto anni sotto la guida della maestra Paqui Braza, ma il suo vero scopritore fu Vicente Marrero con il gruppo di danza “Solea” con il quale comincia ad esibirsi per tutta l’ Andalusia.

Dopo alcuni anni entra a far parte del quadro flamenco della pena flamenca Enrique el Mellizo, partecipando a programmi televisivi e cominciando a dividere il palcoscenico con grandi artisti del panorama flamenco ( Adela la Chaqueta, Chano Lobato, Tio Gineto, Juan Villar, Rancapino…)

Nel 93 continua la sua formazione a Siviglia sotto la guida del grande maestro Manolo Marin.
Dall’anno 96 al 2005 entra a far parte come ballerino solista della compagnia di Cristina Hoyos portando in scena gli spettacoli: “Caminos Andaluces”, “Arsa y Toma”, “Al compas de el tiempo”, “Tierra Adentro”. Con la compagnia calca i migliori palcoscenici del mondo e partecipa a numerosi festival ( New York, Tokio, Parigi, Berlino, Pechino, Milano, Roma, Firenze.)

Si esibisce per molte stagioni al tablao “Los Gallos” di Siviglia.
Nominato per il premio Max per le arti sceniche insieme ad Antonio Canales e Rafael Amargo.
Nel 2007 presenta il suo primo spettacolo “Junqueria” al festival di Jerez ottenendo Buon successo di pubblico e critica.
Premiato nel 2008 come miglior interprete di danza maschile. Nel 2009 presenta il suo primo spettacolo in solitario “por un sueno” al teatro Falla di Cadice. Lo stesso viene portato nel 2010 alla esposizione universale di Shangai.
Dal 2010 ad oggi viaggia frequentemente in Giappone dove si esibisce come ospite nei maggiori teatri e tablao del paese.
Viaggia per il mondo presentando i propri spettacoli coniugando l’attività di bailaor a quella di maestro tenendo master class in diversi paesi ( Italia, Spagna, Francia, Giappone, Canada, Usa..)
Uno dei bailaor di oggi più riconosciuti da pubblico ed addetti ai lavori.
Al festival di primavera presenta il suo nuovo lavoro «El Triangulo».

JUAN FRANCISCO REQUENA

Juan Francisco Requena Barrionuevo nasce a Malaga, con il nome artistico di Juan Requena comincia la sua carriera all’età di sedici anni nella sua città natale lavorando con diverse compagnie di ballet flamenco ed in diversi tablao della provincia.
A diciannove anni si trasferisce a Madrid dove comincia a lavorare con la compagnia di Rafael Aguilar, Domingo Ortega, Alejandro Granados, Belen Maya, Yolanda Heredia, José Maya, la Chunga, Diego el Chigala, Guadiana e come seconda chitarra al maestro Victor Monge “Serranito”.Nel 1998 produce insieme con Domingo Patricio il disco “Mi Carmen flamenca” per la compagnia di Maria Serrano dove collaborano artisti come Juan Manuel Canizares, Charles Benavent, el Chigala e Guadiana…effettuando una tournée di due anni per l’Europa.

A 25 anni si trasferisce a Siviglia partecipando nel
2000 alla biennale nello spettacolo di Rafael de Carmen “Colores”.

In seguito viene scritturato dalla compagnia andalua de danza in qualità di direttore musicale, componendo la musica dello spettacolo “encuentros« coreografico da Eva Yerbabuena, Alejandro Granados, Isabel Bayon e Rafael Campallo. Nello spettacolo successivo compone la musica insieme al chitarrista José Antonio Rodriguez.

Chitarrista dello spettacolo “trilogia” di Andres Marin, Rafael Campallo, Alejandro Granados.

Accompagna tutte le più importanti figure del baile e del cante flamenco:
Pastora Galvan, Raffaella Carrasco, Rocio Molina, Daniel Navarro, David Lagos.
Produce dischi per José Valencia, Jesus Corbacho, Manuel Parrilla.
Collabora con Farruquito nel film “FLAMENCO ” di Carlos Saura.
Premiato come miglior chitarrista accompagnatore nella biennale di Siviglia del 2012. Attualmente ha realizzato il suo primo disco “Arroyo de la Miel” che presenterà al festival di primavera il 24 marzo per la serata di chiusura.

Masterclass di Formazione

Commissioni e Biglietti
Biglietto 1 Spettacolo
25,00 €
Carnet 3 Spettacoli
50,00 €