fbpx
Raggio: Chiuso
Raggio:
km Imposta raggio per geolocalizzazione
Cerca

ORBITA | Spellbound emerge come il Centro Nazionale di Produzione della Danza, con sede a Roma, ottenendo il riconoscimento dal Ministero della Cultura nel 2022 e dalla Regione Lazio nel 2023.

Orbita Spellbound
Centro Nazionale di Produzione della Danza a Roma

La creazione di questo Centro rappresenta la sintesi dell’ampia esperienza di Spellbound nelle attività produttive e di programmazione nel contesto capitolino. Riunendo sotto un’unica istituzione un ventaglio di azioni progettuali, ORBITA|Spellbound si concentra sulla scena contemporanea partendo dalla Capitale. Progettato su misura per una città metropolitana, il Centro si sviluppa principalmente presso il Teatro Palladium, irradiando le sue attività in spazi satellite della città, ognuno con funzioni e identità specifiche, come il Teatro Biblioteca Quarticciolo e Spazio Rossellini. Questi luoghi sono connessi da una progettualità volta a promuovere, sostenere e produrre formati artistici multidisciplinari innovativi attraverso produzioni, residenze, ospitalità, focus monografici su singoli artisti, collaborazioni con i festival cittadini e azioni formative rivolte a professionisti, studenti universitari e nuove generazioni.

Orbita|Spellbound rappresenta una casa produttiva per linguaggi performativi multidisciplinari, fungendo da cerniera tra le risorse creative locali e la filiera produttiva su scala nazionale e internazionale. Al centro di queste attività di produzione si trova la rinomata compagnia Spellbound Contemporary Ballet, diretta artisticamente da Mauro Astolfi e direzione generale di Valentina Marini, supportata dal Ministero della Cultura dal 2000. Questa compagnia è un punto di riferimento nella rappresentanza italiana a livello internazionale. Le attività di Spellbound, oltre al ruolo centrale del coreografo Mauro Astolfi, autore residente, comprendono una serie di progetti in rete con altri artisti e istituzioni a livello internazionale, come Sang Jijia, Marcos Morau, Dunja Jocic, Tomoko Mukayiama e Marco Goecke. A questi si affiancano le produzioni degli artisti associati, tra cui Luca Brinchi, Daniele Spanò, Francesco Sgrò e, a partire dal 2023, Irene Russolillo.

Le linee programmatiche del centro abbracciano produzioni e co-produzioni, una vasta programmazione di progetti di diverso formato pensati per una diffusione trasversale nella città, il supporto ai processi creativi dalla comunità locale e un sistema di rete tra le principali istituzioni regionali, la formazione del pubblico e lo sviluppo di strategie di accessibilità per coinvolgere la comunità sorda e cieca.

La programmazione, curata da Valentina Marini, accoglie il pubblico con la stagione cittadina dedicata interamente alla danza da gennaio a maggio, mentre nei mesi autunnali si apre alla città come un ambiente di trasmissione, ricerca e incontro mediante un programma di pratiche sperimentali raccolte sotto il nome di Orbita|Corpi in ascolto.

Spellbound Contemporary Ballet

Il fulcro delle attività di produzione di ORBITA è rappresentato dalla rinomata compagnia Spellbound Contemporary Ballet, sostenuta dal Ministero della Cultura dal 2000.

Fondata nel 1994 dal talentuoso coreografo Mauro Astolfi, Spellbound Contemporary Ballet ha visto l’ingresso di Valentina Marini come direttrice due anni dopo, dando avvio a un’intensa fase di internazionalizzazione. La compagnia si è affermata come leader sulla scena europea e oltre, grazie alla fusione del ricco portfolio di Astolfi e alle straordinarie abilità tecniche dei suoi danzatori. Nel corso degli anni, Spellbound ha consolidato una visione progettuale focalizzata sull’elevata qualità dei progetti e sulla creazione di una rete internazionale.

La compagnia ha presentato le sue opere su quattro continenti, partecipando a prestigiosi eventi come la Biennale di Venezia, lo Schricttmaker Festival, l’Houston Dance Salad Festival, il Bangkok International Dance and Music Festival, il Seoul Modafee Festival, il Sidance Seoul, l’International Spring Festival a Tel Aviv, il Santa Lucia Festival a Monterrey, il Madrid en Danza, il Valencia Temporada Festival, il Prisma International Dance Festival, il Vitebsk International Festival of Modern Choreography, la Fabbrica Europa, l’Oriente Occidente, l’Invito alla Danza, il Milano Oltre, il Transart, la La Merce, il Guangdong Dance Festival, il Chutzpah Dance Festival, il Tokyo Dance New Air, il Biarritz Le tempes D’Aimer, il City Contemporary Dance Festival, l’Arcachon Dance Festival, il Bangkok Italian Festival, l’Ankara Music Festival, il Tblisi Ballet Festival, l’Hong Kong City Contemporary Dance Festival, il Frei Art Festival, il Copenhagen Dance Festival, il Dap Festival e il Moscow Dance Inversion Festival.

Oltre al ruolo centrale del coreografo Mauro Astolfi, autore residente, le attività della compagnia includono una serie di progetti in collaborazione con altri artisti e istituzioni di fama internazionale, tra cui Jean Guillaume Weis, Sang Jijia, Marcos Morau, Dunja Jocic, Tomoko Mukayiama, Marco Goecke e Jacopo Godani, quest’ultimo incaricato di creare un’opera originale in occasione del trentennale della compagnia nel 2024, all’interno di Pesaro Capitale della Cultura.

Clicca sul bottone per mostrare la mappa.

Recensioni

Lascia una recensione

Solo gli utenti registrati possono recensire.

Schede in Primo Piano

Sto caricando…
error: Contenuto protetto!
Acquista sullo Shop Non Posso, Ho Danza con il codice sconto DanzApp, per te 10% di sconto immediato.