fbpx

Le perturbanti marionette di Thomas Noone: Impostor – Stagione Vertigine

Le perturbanti marionette di Thomas Noone: Impostor – Stagione Vertigine

Un viaggio alla scoperta di se stessi attraverso il dialogo con una perturbante marionetta.

Thomas Noone: Impostor

Venerdì 10 maggio allo Spazio Rossellini di Roma, Vertigine – la stagione danza realizzata dal Centro Nazionale di Produzione della Danza Orbita | Spellbound curata da Valentina Marini – presenta in Prima Assoluta Impostor la nuova creazione di Thomas Noone, coreografo e danzatore londinese di nascita e spagnolo d’adozione, che da oltre 20 anni segna la danza contemporanea con il suo stile gestuale e corporeo davvero unico.

Ispirato da un racconto di Edgar Allan Poe del 1932 intitolato “Le Duc de l’Omelette”, Impostor è un dialogo interiore, una conversazione con il proprio alter ego, immaginario o, all’apparenza, reale. È un esame di sé, volto a capire cos’è quello che consideriamo il nostro demone interiore, chi è quest’alter ego con cui parliamo, e come questi tinge la percezione del nostro Io. Ma pone anche il quesito sul fatto che, forse, non c’è nessun demone, e nessun alter ego, ma stiamo semplicemente iniziando a considerare, o forse a riconoscere, i nostri difetti, o la parte più buia di noi. La performance si rivela così come il rifiuto di una lettura della realtà basata sulla dicotomia bene-male e una presa di coscienza della complessità del mondo, una sorta di osservazione-meditazione alla ricerca del punto di equilibrio.

Nella performance non c’è un unico impostore, la questione è piuttosto chi sostituisce chi. Nell’opera inseguo l’idea della non dualità e che non ci sono assoluti, ma diverse posizioni tra le polarità, e come tali tutte le persone presenti costituiscono un’unica essenza. Questo si sposa a meraviglia con l’idea dell’animare una marionetta e crea una contraddizione visiva su chi controlla chi, chi occupa il ruolo di protagonista e chi semplicemente sta al gioco o è giocato. Per me è interessante osservare quando la presenza del mio corpo è necessaria per far vivere la marionetta e quando invece deve svanire sullo sfondo, è importante concentrarmi su questo spostamento di attenzione dal mio corpo di danzatore a quello dell’oggetto, eliminando le possibilità di ossessione sul sé.” (Thomas Noone)

Crediti Impostor

  • Di e con Thomas Noone
  • Assistente coreografa Alba Barral
  • Creazione dei pupazzi e sculture Andre Mello
  • Luci Marc Lleixa
  • Musiche originali Jim Pinchen
  • Produzione SAT! Sant Andreu Teatre, Barcelona, Spain
  • Co-prodotto da Orbita Spellbound – Centro Nazionale di Produzione della Danza

Thomas Noone

Thomas Noone è danzatore, coreografo, regista teatrale e insegnante. Si muove nel mondo della danza contemporanea da oltre 20 anni, creando e dirigendo più di cinquanta lavori in collaborazione con musicisti, scenografi, danzatori e artisti visivi. Dopo anni di ricerca sul movimento e sulla trasmissione dei saperi, è giunto a una pratica chiamata Riduzione consapevole, sviluppata con la propria compagnia con sede a Barcellona. Questo strumento si è rivelato molto utile non solo per la compagnia, ma anche per la condivisione di idee con altri professionisti e non. Con la sua compagnia è artista associato del SAT! Teatre di Barcellona, dove collabora come consulente per la programmazione del programma di danza e altre attività, tra cui progetti di sostegno per altri artisti della danza in Catalogna e lo sviluppo del pubblico a Sant Andreu.

Info e prenotazioni
biglietteria@orbitaspellbound.com

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
W La Danza - IX Edizione | Concorso Internazionale di Danza Edizione 2024