Premio Napoli Danza 2019 – 17° Edizione

Premio Napoli Danza 2019 – 17° Edizione

Siamo ormai in dirittura d’arrivo: torna infatti l’attesissimo “Premio Napoli Danza” ma con una serie di novità. E’ la XVII edizione di uno dei premi più longevi in circolazione che da questa edizione si arricchisce con l’innesto in direzione artistica di Antonio Colandrea, amico e collega del direttore storico Antonio Salernitano.

Entrambi sancarliani di scuola e compagnia, beneficiano dell’egida dell’AICS con la presenza costante di Alessandro Papaccio che, a sua volta, racconta senza veli le novità di questa edizione:

dal 17 al 18 luglio si terrà lo storico concorso di danza con celebri nomi in una commissione presieduta quest’anno da Giuseppe Picone (direttore Corpo di Ballo Teatro di San Carlo di Napoli) e composta da Vito Bisceglie, Emma Cianchi, Stefania Landi, Alex Sardiello e Bruno Fusco che metterà a disposizione dei migliori talenti occasioni di studio e lavoro presso il Maryland Ballet. Alcuni tra i vincitori avranno l’opportunità di esibirsi nella serata di gala del 19 luglio, altra novità di rilievo di questa edizione. Con Antonio Colandrea ed Antonio Salernitano abbiamo ragionato sull’utilità di cambiare location, scegliendo dunque Monte di Procida, con una parata di stelle che elevassero ulteriormente l’appeal del “Premio Napoli Danza”. Altra novità è l’omaggio che abbiamo voluto offrire al Teatro di San Carlo, scuola natia dei miei due direttori artistici. E poi i premi! Tanti premi alle celebri personalità invitate con un gadget in plexiglas disegnato e realizzato da Antonio Colandrea raffigurante una ballerina sul mare di Monte di Procida.

Del resto la location è una perla del Mediterraneo, una roccaforte posta direttamente sul mare flegreo dove Tersicore saprà essere musa ispiratrice delle tre serate dal 17 al 19 luglio. E proprio a questa terra l’ex ballerino sancarliano e coreografo montese ha voluto dedicare tutto il suo impegno:

oltre alle istituzioni pubbliche abbiamo il dovere morale di rivolgerci con affetto anche ai partner privati che hanno voluto darci una mano. Capirete bene lo sforzo economico per invitare tutti questi nomi per cui ringrazio ufficialmente Baya Club, Un altro Caffè, Ciro Moris, La Playa, Vibian, Villa Oteri, De Pasquale e la stilista Tiziana di Meo.

Tutto in un ideale abbraccio tra il figliuol prodigo, la sua terra e la sua gente. In un mare di ricordi che Antonio Salernitano ha voluto arricchire con l’avvento del suo storico “Premio Napoli Danza” ed un evento nell’evento, come in una matriosca artistica di cui ha svelato in conferenza stampa i primi segreti:

innanzitutto voglio ricordare gli ospiti del gala di venerdì 19 luglio, una chiusura davvero con le stelle sul nostro palcoscenico. Vedremo in scena Anna Chiara Amirante ed Alessandro Staiano nel pas de deux di “Apollon musagète” del mio collega Colandrea sulle musiche di Igor Stravinskij, creato nel 2008 per gli interpreti Letizia Giuliani ed Umberto De Luca della compagnia MaggioDanza; Claudia D’Antonio e Salvatore Manzo nel pas de deux “Accademico ma non troppo”, coreografato ancora da Colandrea sulle musiche di Amalia Rodriguez; Luisa Ieluzzi con la variazione del cigno bianco tratta da “Il lago dei cigni” di Ricardo Nunez, ripreso da Patrizia Manieri, e con l’assolo “Assioma” sempre di Colandrea. Si esibiranno anche i fratelli Francesco Scotto di Perta (Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo) ed Eleonora (Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma) nella coreografia “Con…cor…danze” del loro primo maestro Colandrea sulle musiche di Fryderyk Chopin. In programma anche una variazione tratta dal repertorio classico per Ciro Lieto, nato artisticamente con me prima di approdare proprio alla Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo. Un programma mozzafiato, proprio come il panorama che si vive da quassù. Sono proprio felice di essere approdato con il “Premio Napoli Danza” nei Campi Flegrei,  come dicevano i latini ardenti!

E tra lo stuolo di giovani promesse dei primi due giorni di concorso, accanto ai professionisti in scena al gala, ecco i premiati che godranno dell’ebbrezza di un mare e di una gente lì ad aspettarli, chiamati uno ad uno dalla fedelissima voce di Emanuela Vitale.  A cominciare con il premio alla Carriera destinato a Giuseppe Picone. I premi alle Eccellenze della danza sono invece riservati ad Alessandro Staiano, Anna Chiara Amirante, Claudia D’Antonio, Salvatore Manzo e Luisa Ieluzzi (interpreti del Teatro di San Carlo) ed Alessandra Amato (Teatro dell’Opera di Roma ma diplomata alla Scuola di Ballo sancarliana).

I  premi al Merito sono dedicati alla professoressa Mariella Ermini (Accademia Nazionale di Danza), Alessandra Capozzi (Teatro dell’Opera di Roma) e Stephane Fournial (direttore della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo). I premi ai Talenti emergenti sono invece destinati ai fratelli Francesco ed Eleonora Scotto di Perta e Ciro Lieto. I premi Estetica per l’arte sono stati pensati ad hoc per il dottor Rosario Porzio e Ciro Moris. Il premio alla Cultura di danza è invece stato assegnato al prof Massimiliano Craus (Teatro dell’Opera di Roma e Corriere della Sera).

 

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi