fbpx

Revolution di Alex Atzewi al Teatro delle Api di Porto Sant’Epidio

Revolution di Alex Atzewi al Teatro delle Api di Porto Sant’Epidio

Torna in scena Alex Atzewi, coreografo apprezzato in lungo e largo per la penisola che riporta sul palcoscenico la propria creatura Atzewi Dance Company, in scena il 26 novembre al Teatro delle Api di Porto Sant’Epidio, in provincia di Fermo, con la prima assoluta di “Revolution”. Una rivoluzione danzante che il coreografo ha tradotto anche in parole.

Revolution di Alex Atzewi

“Città e cielo, un binomio che ritroviamo numerose volte – ci spiega infatti Alex Atzewi – che al giorno d’oggi metaforicamente ci potrebbe riportare a quotidiane differenze fisiche e astratte come interno e esterno, corpo e spirito, industria e ambiente, futuro e passato.” Con la regia e la coreografia dello stesso Alex Atzewi, ed il patrocinio del Comune di Sant’Elpidio e di Arabesco Center Danza, saranno in scena le tre special guest: il primo ballerino cubano Amilcar Moret Gonzalez, la prima ballerina del Teatro Alla Scala di Milano Antonella Albano e la solista scaligera argentina Maria Celeste Losa.

Attraverso i suoi artisti il coreografo va ad esprimere il suo concetto in cui emerge anche il rapporto tra città e cielo. Ad accompagnare questa visione è la musica, dentro la quale sono costruiti gli specifici movimenti, dinamici e atletici, creati dai danzatori attraverso figure singole, di coppia e di gruppo.

Revolution di Alex Atzewi

Revolution di Alex Atzewi

“Presente, futuro e passato sono i tre temi affrontati in quest’ultima mia creazione – aggiunge Atzewi – dove ground, per definizione, significa terreno, terra sulla quale viene costruito quello che chiamiamo presente, che rivolge attenzione alla quotidianità umana attraverso una danza precisa, dinamica e realistica. Underground, parola ormai diffusa nel XXI secolo, include tutto ciò che è sotterraneo, nascosto. Tutto questo ci catapulta in quello che sotto certi aspetti chiamiamo futuro, qualcosa di astratto ma che pone le basi per qualcosa di nuovo e all’avanguardia. Infine upground rappresenta il cielo, tutto ciò che è passato. Tuttò ciò che è gia accaduto. L’essere umano per natura è proiettato a guardare il cielo, crearsi aspettative e speranze ma anche a ricordare con nostalgia ai tempi che non appartengono più alla vita, spesso come un dolce rifugio, quando in realta è la parte più importante per imparare a vivere quello che è il presente e il futuro”.

Con questa revolution il coreografo e direttore artistico Alex Atzewi porta avanti nel tempo la sua compagine senza però mai dimenticare il passato, addirittura al di là del millennio. Nel lontano 1996 infatti formò il gruppo New Dance Concept che nello stesso anno si trasformò in compagnia. E nel 2000, con la produzione “Cotton Wool”, iniziò il primo tour della New Dance Concept a ballare in grandi enti italiani ed esteri. Dal 2009 la compagnia assunse infine il nome di Atzewi Dance Company che tutti oggi conosciamo e che gira il mondo della danza in ogni dove.

Revolution di Alex Atzewi

Revolution di Alex Atzewi

Soprattutto con gli ultimi lavori della compagine in repertorio quali “Rise” del 2020, “Give” ed “Incontri con la luna” del 2019, “Narcissus”, “Individualità complesse” e “Key points” del 2018, “Romeo e Giulietta” del 2017, “Journey’s sense” del 2015, “Serata in Mozart” del 2014, “Carmen” e “Le quattro stagioni” del 2013, “La fredda luce del giorno” e “La pelle sotto l’abito” del 2012, “Armonie in contrasto” del 2011.

E da questo giro nel repertorio eccoci al titolo in scena a Porto Sant’Elpidio del prossimo 26 novembre con “Revolution” pensato e realizzato come sempre con Alessandra Calore, musa ispiratrice di Alex Atzewi, Eros Zanini e Marta Azzalin che contribuiscono con le rispettive risorse al successo duraturo dell’ensemble. Un successo garantito negli anni grazie anche alla formazione costante ovvero quella made in Atzewi e da qui lo sviluppo del corso di formazione APAD con quartier generale a Modena, un nuovo metodo di studio della danza rivolto a danzatori dai diciotto anni in sù che desiderano consolidare e ampliare la propria formazione nel mondo della danza.

Revolution di Alex Atzewi

Revolution di Alex Atzewi

Il corso annuale prevede un programma con due lezioni di classico giornaliere, una di contemporaneo e una di laboratorio e/o passo a due. Naturalmente i corsisti sono e saranno sempre a stretto contatto del palcoscenico attraverso il lavoro itinerante ed in sala prove dell’Atzewi Dance Company.

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
W La Danza - IX Edizione | Concorso Internazionale di Danza Edizione 2024