fbpx

Gran finale di stagione al Teatro Comunale di Vicenza, con i giovani talenti del Gala di Danza

Gran finale di stagione al Teatro Comunale di Vicenza, con i giovani talenti del Gala di Danza

Mancano pochi giorni al gran finale di stagione al Teatro Comunale di Vicenza: l’appuntamento è infatti venerdì 5 luglio alle 20.45 in Sala Maggiore, con lo Junior International Gala – Stelle di Domani, direzione artistica di Alessio Carbone. Lo spettacolo di danza classica e moderna con i giovani neodiplomati nelle più prestigiose accademie e scuole di danza d’Europa – l’Académie Princesse Grace di Monaco, il Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris, il Royal Danish Ballet, l’Accademia Teatro alla Scala di Milano, l’Opéra di Parigi, le più prestigiose fucine di talenti del mondo coreutico a livello europeo – è un evento speciale dedicato alla danza del futuro promosso dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, per ricordare Vittoria Ottolenghi, (1924-2012), giornalista, scrittrice, critica di danza, creatrice delle celebri “Maratone d‘estate” televisive dedicate alla danza, nel centenario della sua nascita.

Il 5 luglio, gran finale di stagione al Teatro Comunale di Vicenza, con i giovani talenti del Gala di danza firmato da Alessio Carbone

Il gala è firmato da Alessio Carbone, una prima assoluta per lui, primo ballerino dell’Opéra di Parigi per oltre vent’anni e figlio d’arte (il padre Giuseppe è stato direttore del corpo di ballo della Fenice e fondatore poi del Balletto di Venezia). Parlando del nuovo progetto, in cui esordisce nel ruolo di organizzatore (è attualmente direttore artistico del Balletto di Venezia e Les Italiens de l’Opéra) Alessio Carbone ci dice: “I ballerini del Gala sono tutti diciottenni, si alterneranno in scena con passi a due e assoli del repertorio classico, moderno e contemporaneo, componendo una serata di pura emozione, per regalare al pubblico delle suggestioni indimenticabili. È il modo migliore per trasmettere la potenza del messaggio universale della danza e valorizzare i giovani talenti, ‘le stelle di domani”’. 

Ma il progetto di Alessio Carbone, in collaborazione con Gerardine Connolly, è molto più ampio, una valorizzazione della danza classica che si concretizza anche in una “residenza artistica stabile” per consentire ai giovani danzatori un training prima di entrare in modo stabile nelle grandi compagnie di danza internazionali; dopo l’esperienza nelle accademie e nelle grandi scuole, è necessario infatti affrontare i ruoli del repertorio di fronte ad un pubblico che conosce e apprezza questo genere artistico. I ballerini neodiplomati debutteranno così al Teatro Comunale di Vicenza nello spettacolo Junior International Gala – Stelle di Domani in programma il 5 luglio; il tour proseguirà poi con tappe a Messina, ai Giardini Corallo, il 7 luglio; a Venezia, nel sestiere di Dorsoduro dall’8 al 13 luglio, a Marina di Pietrasanta, al festival della Versiliana il 14 luglio e nell’anfiteatro romano di Ancona il 15 luglio.

I nomi delle Stelle di Domani in scena nella serata di danza al Tcvi sono quelli di Luciana Sagioro (Opéra National de Paris), Natalie Vikner e Pier Abadie (Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris), Emilie Fasai Steensgaard e Marcus Crebas Steenberg (Royal Danish Academy, Copenhagen), Chiara Ferraioli, Bruno Garibaldi, Antonino Modica (Accademia Teatro alla Scala di Milano), Paloma Livellara, Tomás Ruão, Shunsuke Nakamura (Académie Princesse Grace, Monaco).

Il programma del Gala è molto vario e presenterà brani del grande repertorio ottocentesco classico e romantico, per arrivare anche a creazioni di danza moderna e contemporanea. Sul palcoscenico si avvicenderanno pas de deux e assoli, spaziando dai titoli cult del classico come “Il Lago dei Cigni”, “Giselle”, “Don Quichotte”, “Paquita”, “Il Corsaro”, ma saranno presentati anche estratti da opere meno conosciute come la “Kermesse in Bruges” del coreografo danese August Bournonville, un balletto burlesque di metà Ottocento; “Sylvia” coreografia di Marius Petipa, 

musica di Léo Delibes, un balletto d’azione di fine Ottocento dedicato all’amore del pastore Aminta per la ninfa sacra a Diana che dà il titolo alla creazione, ispirata all’Aminta di Torquato Tasso; e ancora Le Talisman” con coreografie di Marius Petipa e musiche del compositore italiano Riccardo Drigo, balletto presentato in anteprima al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo nel 1889.

A rappresentare la danza moderna e contemporanea, nel programma della serata ci saranno creazioni originali come “Aria suspended”, creata dal coreografo pugliese Mauro de Candia, autore anche di luci e costumi del brano costruito sull’Aria sulla quarta corda di Johann Sebastian Bach, o la “Suite en blanc”, tratta dal balletto neoclassico coreografato dal russo Serge Lifar sulla musica di “Namouna” di Édouard Lalo, all’epoca dell’occupazione tedesca della Francia durante la Seconda Guerra Mondiale; o ancora, l’inedita “Ingaouhou” del giovane danzatore giapponese Shunsuke Nakamura, autore e interprete del brano, musica del compositore statunitense Justin Hurwitz (vincitore di due Premi Oscar con La La Land).

Un programma (riportato di seguito) di grande livello e una sfida ambiziosa che permetterà ai giovani danzatori di mettere in luce la loro preparazione e la capacità di misurarsi con opere che hanno segnato la storia del balletto; per il pubblico, un’occasione unica di apprezzare la danza classica e la freschezza e la gioia di esibirsi delle giovani stelle del futuro.

Alessio Carbone 

Nato nel 1978 a Stoccolma nel 1991 entra nella Scuola di Danza del Teatro alla Scala di Milano, iniziando a lavorare già a quindici anni in produzioni della compagnia; dopo il diploma nel 1996, prende parte a “Romeo e Giulietta” di MacMillan ed in seguito entra stabilmente nella compagnia di ballo del Teatro alla Scala. 

Nel 1997 viene ammesso nel corpo di ballo dell’Opéra National di Parigi e nel 2002 viene nominato Primo Ballerino, ruolo che ricopre fino al 2019. Interprete del repertorio contemporaneo, nel suo carnet non sono mancati i più importanti ruoli classici; è stato spesso ospite di prestigiosi corpi di ballo internazionali come il Balletto Nazionale di Marsiglia, il Balletto dell’Opera di Roma (dove interpreta “Romeo e Giulietta” rivisitato da Carla Fracci), il Teatro Comunale di Firenze e il Balletto dell’Opera di Tallinn, il Teatro Reale Danese di Copenaghen, il Teatro Massimo di Palermo e il Teatro Filarmonico di Verona.

Attualmente è direttore artistico del Balletto di Venezia e Les Italiens de l’Opéra e coordinatore artistico del Premio Positano Léonide Massine, considerato il più antico premio di danza al mondo, che giungerà quest’anno alla 52° edizione.

I biglietti per lo spettacolo Junior International Gala – Stelle di Domani del 5 luglio sono in vendita online su www.tcvi.it e naturalmente il giorno dello spettacolo, un’ora prima dell’inizio. È possibile effettuare la prenotazione dei biglietti, inviando una mail all’indirizzo biglietteria@tcvi.it, confermata dal pagamento con bonifico entro 5 giorni lavorativi dalla richiesta. I biglietti per il Gala costano 23 euro (intero e over 65), 12 euro (ridotto under 30) e 10 euro (prezzo speciale per le scuole di danza). I biglietti possono essere comprati anche tramite Carta del docente.

Junior International Gala – Stelle di Domani
Direzione Artistica Alessio Carbone

Venerdì 5 luglio 2024 ore 20.45
Teatro Comunale Città di Vicenza
prima assoluta

Programma

  • “Kermesse in Bruges” – Passo a due
    Musica: Holger Simon Paulli
    Coreografia: August Bournonville
    Interpreti: Emilie Fasai Steensgaard, Marcus Crebas Steenberg
  • “Sylvia” – Atto III Variazione
    Musica: Léo Delibes
    Coreografia: Marius Petipa
    Interprete: Shunsuke Nakamura
  • “Il lago dei cigni” – Atto II Passo a due
    Musica: Pëtr Il’ič Čajkovskij
    Coreografia: Marius Petipa
    Interpreti: Natalie Vikner, Pier Abadie
  • “Le Talisman” – Atto II Variazione
    Musica: Riccardo Drigo
    Coreografia: Marius Petipa
    Interprete: Tomas Ruao
  • “Il lago dei cigni” – Atto II Variazione
    Musica: Pëtr Il’ič Čajkovskij
    Coreografia: Marius Petipa
    Interpreti: Shunsuke Nakamura
  • “Giselle” – Atto II Variazione
    Musica: Adolphe Adam
    Coreografia: Jean Coralli – Jules Perrot
    Interprete: Bruno Garibaldi
  • “Don Quichotte” – Passo a due
    Musica: Leon Minkus
    Coreografia: Marius Petipa
    Interpreti: Antonino Modica, Luciana Sagioro
  • Intervallo
  • “Aria Suspended”
    Musica: Johann Sebastian Bach
    Coreografia: Mauro de Candia
    Interpreti: Chiara Gerraioli, Bruno Garibaldi
  • “Suite en Blanc” – La Cigarette
    Musica: Édouard Lalo
    Coreografia: Serge Lifar
    Interprete: Natalie Vikner
  • “Ingaouhou”
    Musica: Justin Hurwitz
    Coreografia: Shunsuke Nakamura
    Interprete: Shunsuke Nakamura
  • “Suite en Blanc” – La Serenade
    Musica: Édouard Lalo
    Coreografia: Serge Lifar
    Interprete: Luciana Sagioro
  • “Paquita” – Passo a due
    Musica: Édouard Deldevez
    Coreografia: Joseph Mazilier
    Interpreti: Natalie Vikner, Pier Abadie
  • “Il Corsaro” – Passo a due
    Musica: Adolphe Adam
    Coreografia: Jules Perrot
    Interpreti: Paloma Livellara, Tomás Ruão

 

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
Danza Smeralda Summer School