fbpx

Premio Internazionale Danza “Carlo Gesualdo” 2024

Premio Internazionale Danza “Carlo Gesualdo” 2024

Wow che stelle, tutte insieme sul cielo di Avellino che non aspetta altro da un anno ormai. Eh sì, scriviamo della terza edizione del gala “Carlo Gesualdo”, costola dell’omonimo Premio Internazionale Danza in scena domenica 14 aprile al Teatro Carlo Gesualdo.

Premio Internazionale Danza “Carlo Gesualdo”

Un evento diretto da Fabrizio Esposito, già artista sancarliano dalle riconosciute doti di organizzatore e direttore artistico della danza a tutto tondo. Sull’idea di Guendalina Manzi, il Premio diverrà però un firmamento di stelle per una serata di gala in una domenica che vedrà premiati anche illustri ospiti, tutto a coronamento di una terza edizione davvero sfavillante.

A cominciare dall’inconfondibile pas de deux del terzo atto tratto da “La bella addormentata” con le coreografie di Marius Petipa e la mirabile musica di Ciakovsky con Margarita Cheromukhina, Principal Dancer del Belgrade National Theater, in coppia con il collega Principal Dancer Toma Kriznar. A seguire il pas de deux del cigno bianco, tratto ovviamente dal conosciutissimo “Il Lago dei Cigni”, sempre con le coreografie di Marius Petipa e lo spartito di Ciakovsky, interpretato da Liudmila Konovalova, Prima Ballerina dell’Opera di Vienna, in coppia con il Principal Dancer Staatsballet Berlin Dinu Tamazlacaru.

Dopo tanto repertorio romantico di balletto la direzione artistica assegnerà il Premio alla diffusione della danza ad Emma Cianchi e Manuela Barbato, direttrici artistiche della sezione danza del Teatro Bellini di Napoli. Due donne ed artiste premiate per la determinazione ad alzare l’asticella della qualità di stagioni di danza, una dopo l’altra, che hanno visto ospiti sempre più prestigiosi calcare i palcoscenici del Teatro e del Piccolo Bellini.

Si tornerà a calcare la scena con un omaggio a Vittoria Ottolenghi, compianta critica della danza con “La danza nel piatto”, coreografia ed interpretazione a cura di Giuseppe Picone sulle musiche di Carl Orff. A seguire un altro notissimo titolo del repertorio quale “Diane et Actéon” con le coreografie di Agrippina Vaganova e musica di Cesare Pugni. Ad interpretarlo i due artisti provenienti dalla Compañía Nacional de Danza de España Hamin Park e Thomas Giugovaz, peraltro premiato con un riconoscimento dedicato al suo Talento.

Proseguendo con il gala si assisterà all’ultimo titolo significativo del repertorio di Petipa, ovvero la “Raymonda” del 1898 attraverso il pas de deux del terzo atto, con le musiche di Ciakovsky, interpetato ancora dai Principal Dancer del Belgrade National Theater Margarita Cheromukhina e Toma Kriznar. Uno dei pezzi forti di questo gala e di tutta l’edizione 2024 del Premio Danza “Carlo Gesualdo” sarà il solo tratto da “Água” dell’indimenticabile Pina Bausch con il costume di Marion Cito, la musica di Susana Baca, i diritti scenici di Verlag der Autoren in nome della Pina Bausch Foundation, con l’attesissima interpretazione di Julie Shanahan, Danzatrice del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch.

Da questa idea diventata realtà non poteva mancare la consegna del prestigioso Premio Gesualdo al Tanztheater Wuppertal Pina Bausch per onorare la memoria di Pina Bausch. Si passerà poi al duplice ruolo dell’amatissima etoile Giuseppe Picone, stavolta nelle vesti di coreografo ed interprete di “Elevarsi” sullo spartito di Max Richter. Si tornerà però ben presto al repertorio ottocentesco con l’alterego di Odette, quella Odile de “Il Lago dei cigni” interpretato dalla Prima Ballerina dell’Opera di Vienna Liudmila Konovalova in coppia con il Principal Dancer Staatsballet Berlin Dinu Tamazlacaru.

A questo punto salirà sul palco il critico di balletto tra i più noti al mondo ed al mondo della danza intero Roger Salas, insignito del Premio alla critica della danza. Una delle firme più credibili del panorma giornalistico di settore. Ultimo titolo in scena sarà “Finding Light”, con le coreografie di Edwaard Liang e musica di Antonio Vivaldi, con l’interpretazione delle Étoile Internazionali Lucìa La Carra e Matthew Golding. Prima del Défilé finale non si poteva che chiudere con l’ambitissimo Premio alla Carriera assegnato a Lucia La Carra, donna e danzatrice dalle linee e dall’elasticità uniche al mondo. Attesissima presenza di un 2024 che arricchirà ancora una volta la città di Avellino ed il suo Premio!

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
W La Danza - IX Edizione | Concorso Internazionale di Danza Edizione 2024