fbpx

Allo Spazio Körper le performance di Sosta Palmizi

Allo Spazio Körper le performance di Sosta Palmizi

La prima parte della stagione 2024 dello SpazioKörper di Napoli si conclude con le performance della compagnia Sosta Palmizi (KörpermeetsSostaPalmizi), tra le primissime formazioni di danza contemporanea in Italia e punto di riferimento artistico e pedagogico per le nuove generazioni di danzatori e coreografi. Sabato 8 giugno andrà in scena Agata, improvvisazione suggestiva di gesti e note ideata dal coreografo Giorgio Rossi e dal pianista Livio Minafra; domenica 9 giugno saranno presentati Dodi della coreografa Sofia Nappi, un’esplorazione dello stato di tormento e insoddisfazione che plasma le nostre vite e Mondo di Gennaro Lauro, una riflessione profonda sulla volontà dell’essere umano.

Körper Meets Sosta Palmizi

Sosta Palmizi si manifesta come luogo di possibilità e di incontri, un incubatore di esperienze creative a favore di pratiche condivise e spazi sensibili alla parola del corpo. Fra le produzioni proposte allo SpazioKörper, un’improvvisazione che coniuga l’immediatezza del gesto alla bellezza delle vibrazioni sonore, in scena sabato 8 giugno (ore 18:00): il coreografo/danzatore Giorgio Rossi, per la prima volta insieme al danzatore Gennaro Lauro, e il pianista Livio Minafra condivideranno preziose e inedite improvvisazioni. La performance Agata presenta micro racconti composti da gesti e suoni, in un’esperienza che ricorda la libertà di un certo tipo di jazz avant-garde e che conduce il pubblico in una dimensione immaginifica tra bagliori cristallini e delicati suoni d’acqua, note sfavillanti e danze di cerbiatto, movenze e risonanze libere e sublimi.

Domenica 9 giugno (ore 18:00) sarà la volta di Sofia Nappi, coreografa e danzatrice internazionale che presenta il suo Dodi, dall’ebraico “dono, mio amato”. Il duetto vede in scena i danzatori Adriano Popolo Rubbio e Paolo Piancastelli ed esprime intimità, fiducia, sensualità, ma anche rapporto umano, delicatezza, leggerezza e passione. Lo spettacolo cerca di riscoprire la sottile poesia del rapporto con l’altro per ritrovare un ascolto profondo del momento presente e nuove possibilità in questa realtà: questo innato senso di tormento che accomuna gli esseri umani appare come uno dei doni più preziosi da condividere e la consapevolezza di esso aiuta i performer ad andare più in profondità, trovando nel movimento accettazione e libertà.

Mondo - Gennaro Lauro (ph. Dario Bonazza)

Mondo – Gennaro Lauro (ph. Dario Bonazza)

Nella stessa serata si esibirà anche il coreografo e danzatore Gennaro Lauro con Mondo, un assolo dal titolo universale che diviene riflessione profonda della proiezione dell’essere: la parola mondo significa terra, ma in questo caso viene associata anche al gioco della ‘campana’ ed è l’opposto di immondo. La ricerca del coreografo muove i primi passi dall’osservazione della volontà dell’individuo nel voler conservare una piccola parte di sé all’infinito: collezioniamo immagini, istanti, punti d’arrivo, risultati, sperando che una cronaca dettagliata dei nostri svariati sé possa fornirci maggiore verità. Accanto al movimento, che diventa espressione della nostra personalità, c’è il respiro, quell’atto continuo e implacabile che ci accompagna per tutta la vita: la nostra sola possibilità di essere è, in fondo, continuare a essere, continuare a respirare e camminare senza mai “cessare di scolpire la nostra statua interiore”.

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
Danza Smeralda Summer School