fbpx

La danza di Sosta Palmizi e Sanpapié chiude a Castellarano (RE) il Festival Terre d’Arte

La danza di Sosta Palmizi e Sanpapié chiude a Castellarano (RE) il Festival Terre d’Arte

Comune di Castellarano in collaborazione con Sanpapié presenta la giornata conclusiva di

Terre d’Arte – II edizione
festival di teatro, danza e musica a Castellarano

La danza di Sosta Palmizi e Sanpapiè. A seguire closing party
Sabato 8 luglio dalle 17 alle 24, borgo storico Castellarano (RE)
Ultima giornata della II edizione del festival Terre d’Arte a Castellarano.

Protagonista la danza con due compagnie italiane: Sosta Palmizi con Meru e Animula e Sanpapié con Amigdala, performance itinerante per le vie del borgo. E in serata party di chiusura con pic nic plastic-free sotto le stelle e dj set di Andrea Sarti.

Si avvia alla conclusione la II edizione di Terre d’Arte, festival multidisciplinare di danza, teatro e musica promosso dal Comune di Castellarano, storico borgo di 15.000 abitanti in provincia di Reggio Emilia, con la direzione artistica di Lara Guidetti.

Sabato 8 luglio Terre d’Arte chiude con una giornata in cui la danza è il filo rosso per scoprire la bellezza del borgo e i suoi spazi più nascosti.

Sosta Palmizi - Meru

Sosta Palmizi – Meru

Si inizia in Piazza San Prospero alle 17.00 con Meru, una produzione Sosta Palmizi, ideata e diretta da Daria Menichetti e interpretata da Francesco Manenti; traendo ispirazione dall’omonimo monte – sacro per il pensiero induista e buddhista – e dall’esperienza intima che l’interprete ha avuto con la montagna, la performance segue una narrazione onirica come a voler compiere una meditazione sul fluire dei paesaggi e delle sensazioni.

Alle 19.00 sempre in Piazza San Prospero è la volta di un’altra produzione Sosta Palmizi, Animula di e con Daria Menichetti. Liberamente ispirato a Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, lo spettacolo prende le distanze dalla narrazione, aprendo lo spazio ad un dialogo tra l’anima e il corpo. Quel corpo al confine tra l’immagine della bellezza composta della vita, e l’esposizione sfacciata dei visceri e delle budella.

Sanpapié - Amigdala (Ph. Donato Aquaro)

Sanpapié – Amigdala (Ph. Donato Aquaro)

A fare da trait d’union tra le due performance è, alle 17.45 e alle 19.45, la performance itinerante site-specific Amigdala della compagnia Sanpapié che partendo dall’Aia del Mandorlo si immergerà poi nelle vie del borgo, invitando gli spettatori a condividere gli stessi spazi dei danzatori. Musica, parole e suoni vengono restituiti mediante un sistema di cuffie silent-disco che permette al pubblico di scegliere e cambiare punto di vista, posizione e relazione con l’azione.

La giornata e il festival si concludono nuovamente nell’Aia del Mandorlo con un pic nic plastic free sotto le stelle seguito dal dj set di Andrea Sarti ai piedi della torre dell’Orologio per festeggiare tutti insieme danzando.

Programma Sabato 8 luglio

  • ore 17.00, Piazza San Prospero | Meru – 2 euro
  • ore 17.45 e 19.45, Aia del Mandorlo | Amigdala – 5 euro
  • ore 19.00, Piazza San Prospero | Animula – 2 euro
  • ore 20.30, Aia del Mandorlo | pic nic sotto le stelle e dj set – 30 euro adulti (vino incluso), 20 euro bambini con prenotazione obbligatoria

Programma completo e biglietti su www.terredarte.eu
Info e prenotazioni: terredartefestival@gmail.com – Tel. 331 2433412 

 

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
W La Danza - IX Edizione | Concorso Internazionale di Danza Edizione 2024