fbpx

tick, tick… BOOM! il musical – in tour dal 24 settembre

tick, tick… BOOM! il musical – in tour dal 24 settembre

tick, tick… BOOM! 

Per la prima volta in Italia il musical che celebra due maestri del teatro musicale contemporaneo americano: Jonathan Larson e Stephen Sondheim

STM Live e Fondazione Teatro Coccia sono lieti di annunciare il cast della prima produzione italiana di tick, tick… BOOM!, il musical di Jonathan Larson – autore e compositore di RENT – che debutterà al Teatro Coccia di Novara il 24 settembre 2022 e proseguirà il suo tour nei principali teatri italiani.

tick, tick… BOOM! ha conquistato il grande pubblico con la recente versione cinematografica interpretata da Andrew Garfield, candidato all’Oscar 2022 e premiato ai Golden Globe Awards come miglior attore protagonista. La regia del film è di Lin-Manuel Miranda (premiato ai Pulitzer e ai Tony) che aveva interpretato il ruolo del protagonista nella versione teatrale del 2014.

L’edizione italiana di tick, tick… BOOM!, con la regia di Massimiliano Perticari e Marco Iacomelli, avrà una novità assoluta rispetto alle versioni internazionali andate in scena finora perché la produzione ha eccezionalmente ottenuto dalla Larson Estate l’autorizzazione a riorchestrare la partitura con l’aggiunta di un quartetto d’archi e ad allargare il cast da tre a sette interpreti. Il pubblico potrà quindi assistere a una vera e propria prima mondiale di una versione inedita di tick, tick… BOOM!

Il cast composto dai giovani talenti italiani, vede nel ruolo del protagonista Jon, Nicolò Bertonelli, reduce dal successo televisivo di Braccialetti Rossi 3. Con lui sul palco ci saranno Matteo Volpotti, Federica Maria Stomati, Elena Sisti, Alessia Genua, Jacopo Spunton, Matteo Giambiasi. 

L’accompagnamento musicale dello spettacolo sarà totalmente live con una band diretta da Walter Calafiore e che include musicisti di spessore come Stefano Bacino, Fulvio Bellino, Alex Canella, Francesco Di Giacinto, Cecilia Drago, Alice Mana, Giulio Molteni.

tick, tick… BOOM! è un musical dai tratti fortemente autobiografici: con musica e libretto di Jonathan Larson, racconta la vita di un giovane compositore che tenta di far produrre un proprio musical a Broadway nella New York del 1990. Dopo essere riuscito con grande difficoltà a metterne in scena un workshop non riesce comunque a trovare produttori per il suo spettacolo e i suoi sogni si infrangono. Un messaggio del suo idolo Stephen Sondheim cambierà il corso degli eventi.

NOTE DI REGIA

Portare in scena tick, tick… BOOM! significa presentare per la prima volta in Italia lo spettacolo del compositore e drammaturgo statunitense Jonathan Larson, uno degli autori contemporanei di musical più innovativi. Larson, che in questa autobiografia parla in prima persona, morì a 35 anni, il giorno prima del debutto del suo spettacolo RENT per cui avrebbe vinto il Premio Pulitzer.

Espressione artistica, lungimiranza, visione inclusiva del Teatro Musicale hanno permesso al compositore prematuramente scomparso di vincere tre Tony Award, il Pulitzer e lo stigma che impediva al musical di porre l’attenzione su temi sociali quali il multiculturalismo, la dipendenza dalle droghe e l’omotransfobia.

Affrontare oggi in Italia le stesse tematiche, con sensibilità e con la consapevolezza di farlo attraverso un genere che continua ad essere associato esclusivamente a leggerezza e intrattenimento, fa parte della mission di STM.

TRAMA

Jon sta per compiere trent’anni e tenta disperatamente di trovare un produttore per il suo musical Superbia. Rendendosi conto di non essere più giovanissimo, fatica a tollerare gli anni di ripetuti insuccessi professionali e si rende conto di non voler andare avanti a vivere come un artista squattrinato. La fidanzata Susan non scoraggia apertamente Jon, ma desidera qualcosa di più dalla vita e vorrebbe avere una famiglia con lui, che però non può permetterselo. La frustrazione di Jon peggiora quando Michael, il suo amico di vecchia data, abbandona il sogno di sfondare come attore per dedicarsi a un’attività lavorativa più tradizionale. Jon presenta Superbia a numerosi compositori e produttori, ricevendo molti apprezzamenti. Tuttavia, nessuno decide di investire nello spettacolo e i suoi sogni restano frustrati. Nonostante i momenti di sconforto, Jon si riappacifica con Susan dopo un litigio e i due decidono di continuare a scriversi. Inoltre si riavvicina anche a Michael dopo aver scoperto che l’amico è risultato positivo all’HIV. La mattina del suo trentesimo compleanno riceve un messaggio dal suo idolo Stephen Sondheim che ha visto il workshop di Superbia e vorrebbe parlargli del futuro del musical. Jon allora si rende conto di essere amato e apprezzato dai suoi amici e colleghi e si prepara a festeggiare il suo compleanno.

LA STORIA DI tick, tick… BOOM!  

Il musical tick, tick… BOOM!, nella sua prima versione, debuttò al Second Stage Theater di New York nel settembre 1990 con il titolo Boho Days. Dopo il workshop, Larson revisionò il progetto e cambiò il titolo in tick, tick… BOOM! e la nuova versione dello show fu portata in scena dallo stesso autore al Village Gate nel novembre 1991; altri due allestimenti interpretati da Larson furono allestiti al New York Theatre Workshop nel 1992 e nel 1993. 

Dopo la morte di Larson (nel 1996), la produttrice Victoria Leacock chiese al drammaturgo David Auburn, vincitore del Premio Pulitzer, di rimaneggiare tick, tick… BOOM! per trasformare il monologo rock in uno spettacolo per tre interpreti. Dopo diverse revisioni, la nuova produzione del musical, diretta da Scott Schwartz, debuttò off-Broadway al Jane Street Theater il 13 giugno 2001. Il musical fu premiato con l’Outer Critics Circle Award e il protagonista Raúl Esparza vinse l’Obie Award per la sua interpretazione. Dopo il termine delle rappresentazioni a New York la produzione fu trasferita a Seoul. Una tournée della produzione attraversò gli Stati Uniti nel 2003.

Nel 2005 il musical ebbe la sua prima londinese alla Menier Chocolate Factory: fu solo il primo di numerosi allestimenti sulle scene londinesi, dove tick, tick… BOOM! è stato riproposto nel 2009, nel 2010, nel 2011 e nel 2017. La prima europea del musical avvenne nel 2003 in Ungheria e altri allestimenti europei sono stati rappresentati in Danimarca (2007), Colonia (2010), Madrid (2011), Olanda (2014) e Repubblica Ceca (2018). Altri allestimenti del musical si contano in Canada (2005), Messico (2008), Filippine (2009), Brasile (2018) e Taiwan (2019).

Dopo tredici anni il musical tornò sulle scene di New York, in un allestimento al New York City Center nel 2014 con la regia di Oliver Butler e un cast composto da Lin-Manuel Miranda (Jon) – che dirigerà nel 2021 la versione cinematografica – Karen Olivo (Susan) e Leslie Odom Jr. (Michael). Nel 2016 il musical tornò in scena nell’off-Broadway dal 20 ottobre al 18 dicembre, in cartellone al Theatre Row. 

JONATHAN LARSON

Newyorkese, Larson nasce il 4 febbraio 1960 e impara a fare musica ancor prima che a camminare. Polistrumentista, consegue il titolo di Bachelor Of Arts e vive in un loft a Manhattan frequentando un gruppo di amici storici con cui condivide la passione per l’arte, la musica e la creatività. 

Prima di comporre e scrivere Rent, il suo capolavoro più noto, Jonathan Larson scrisse un numero considerevole di prime opere teatrali. Tra il 1983 ed il 1990, Larson compose Superbia, originariamente inteso come una rielaborazione futuristica del libro 1984 di George Orwell, che a causa di disguidi però non venne completamente prodotto. Il lavoro successivo fu un monologo realizzato nel 1991 e intitolato, in origine, 30/90, poi Boho Days e infine tick, tick… BOOM!. La pièce veniva eseguita dallo stesso Larson al pianoforte accompagnato solo da una rock band e rappresentava il suo disappunto per come erano andate le cose con Superbia. L’opera ottenne un buon successo e, grazie alla popolarità che stava guadagnando, Larson fu notato dal suo punto  di riferimento artistico Stephen Sondheim, il quale iniziò a inviare lettere di raccomandazione per Jonathan a diversi produttori teatrali.

Nel 1989 Jonathan Larson iniziò a collaborare con il drammaturgo Billy Aronson sul progetto di trasformare La Bohème di Giacomo Puccini in musical ambientato nella New York di quegli anni. Ben presto Larson fece suo il progetto e scrisse Rent.

Il 25 gennaio 1996, il giorno stesso della prima off-Broadway di Rent, senza aver mai davvero potuto godere del meritato successo che lo attendeva, Larson morì per un aneurisma dell’aorta a soli trentacinque anni. 

La prima di Rent venne cancellata e, al suo posto, amici e famiglia si riunirono nel teatro dove gli attori eseguirono alcune canzoni dello spettacolo in memoria di Larson, senza i costumi di scena e senza la parte recitata del libretto. Nei giorni seguenti Rent andò in scena come programmato e guadagnò rapidamente popolarità, anche grazie alle numerose recensioni entusiastiche. Ebbe uno straordinario successo durante la sua rappresentazione off-Broadway, esaurendo tutti i posti disponibili del New York Theatre Workshop. Grazie alla crescente popolarità e della necessità di un teatro più grande, il 29 aprile 1996 Rent si trasferì al Nederlander Theatre dove andò in scena per più di dodici anni con 5.124 rappresentazioni, diventando l’ottavo musical più longevo di Broadway.

tick, tick… BOOM!

  • Testo, musica e liriche di Jonathan Larson
  • Consulenza al testo di David Auburn
  • Arrangiamenti vocali e orchestrazioni di Stephen Oremus
  • Libretto e liriche italiani di Andrea Ascari
  • Orchestrazioni aggiunte di Simone Manfredini
  • Regia di Massimiliano Perticari e Marco Iacomelli
  • Supervisione musicale di Simone Manfredini
  • Direzione vocale di Andrea Ascari
  • Coreografie di Daniela Gorella e Ilaria Suss
  • Costumi di Maria Carla Ricotti
  • Scene di Gabriele Moreschi
  • Luci di Valerio Tiberi
  • Suono di Donato Pepe
  • Nicolò Bertonelli Jon
  • Matteo Volpotti Michael
  • Federica Maria Stomati Susan
  • Elena Sisti Karessa, Ensemble
  • Alessia Genua Rosa, Judy, Mamma, Ensemble
  • Jacopo Spunton Commesso, Ensemble
  • Matteo Giambiasi Papà, Ensemble
  • Walter Calafiore Direttore musicale / Pianoforte
  • Stefano Bacino Chitarra
  • Fulvio Bellino Viola
  • Alex Canella Batteria
  • Francesco Di Giacinto Violino I
  • Cecilia Drago Violino II
  • Alice Mana Violoncello
  • Giulio Molteni Basso
  • Coproduzione STM – Scuola del Teatro Musicale e Fondazione Teatro Coccia
  • In collaborazione con Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, CPM Music Institute, Hdemia di Belle Arti SantaGiulia, SAE Institute
  • Con la collaborazione di Show Bees
  • Con il supporto della Fondazione CRT
  • Technical partner CASIO Music (www.casio-europe.com)

tick, tick… BOOM! is presented by arrangement with Music Theatre International (www.mtishow.eu)

CAST ARTSTICO

NICOLÒ BERTONELLI nel ruolo di JON

Fin da piccolo la passione per la recitazione lo avvicina al laboratorio teatrale La Bottega del Teatro dove si approccia per la prima volta al teatro. Altra sua passione è la musica, inizia infatti lo studio della chitarra che perfezionerà insieme al sassofono diplomandosi al liceo musicale di Lucca. Negli stessi anni impara a suonare il pianoforte da autodidatta. Studia recitazione e doppiaggio alla scuola Enterprise di Grosseto e si perfeziona alla Accademia del Doppiaggio di Roberto Pedicini e Christian Iansante. Frequenta poi l’accademia di musical Arteinscena di Prato diretta da Simona Marchini. Nel 2016 debutta in televisione nella fortunata serie Rai Uno Braccialetti Rossi nel ruolo di Bobo, uno dei personaggi principali e nel 2019 interpreta Bruno, uno dei protagonisti della serie Mediaset Oltre la soglia. Nel 2021 debutta al cinema a fianco di Raoul Bova e Serena Autieri nel film The Christmas Show, in uscita prossimamente nelle sale, nel ruolo di Edo. Nicolò è rappresentato dall’agenzia Media Vision Artist @mediavisionartists.

@nicolobertonelli su TikTok e Instagram.

MATTEO VOLPOTTI nel ruolo di MICHAEL

Laureato in Arti e Scienze dello Spettacolo a La Sapienza Università di Roma, si diploma in Canto Moderno e Jazz alla Music Academy di Roma e in Teatro e Musical al LIM (Laboratorio Italiano Musical). Debutta nel 2012 nell’ensemble di Canterville, diretto da Marco Simeoli. Nel 2014 è nell’ensemble di Chess diretto da Giancarlo Nicoletti e di Cercasi Violetta diretto da Marco Simeoli. Dal 2015 al 2019 produce quattro spettacoli con la sua compagnia 19e20: attore ne L’amore è ‘na cicatrice e in Operazione Balena, regista di Me la prendo comoda e aiuto regista per I ragazzi dello Zio di Berlino (sic.). Nel 2016 è Mark nel musica Rent diretto da Gisella Calì. Dallo stesso anno è Santuzzo in Dialogo diretto da Mauro Simone. È ensemble e cover di Lillo Petrolo in School of Rock (PeepArrow). Interpreta il Bank Manager in Una volta nella vita (Compagnia della Rancia). È stato aiuto regia di Marco Simeoli e Marco Mattolini e assistente di produzione di Niccolò Petitto. Ha tradotto e adattato Una volta nella vita (Compagnia della Rancia) e The Drowsy Chaperone (BSMT).

@matteovolpotti su Instagram.

FEDERICA MARIA STOMATI nel ruolo di SUSAN

Allieva attrice della Scuola del Teatro Musicale. Fin dall’età di quattro anni studia danza classica, moderna e contemporanea, affiancando poi gli studi di canto, pianoforte e sassofono. Consegue la maturità scientifica con lode e contemporaneamente il Diploma Internazionale di Danza Classica Marika Besobrasova di livello IV grado-fine studio. Studia per due anni con insegnanti di canto e recitazione della Guildford School of Acting (GSA) e frequenta masterclass di recitazione, voce e clownerie con insegnanti della Royal Academy of Dramatic Art (RADA). Nel 2022 è ensemble nel musical Maria diretto da Marco Iacomelli (STM – Scuola del Teatro Musicale).

@federica.stomati su Instagram.

ELENA SISTI nel ruolo di KARESSA e Ensemble

Allieva attrice della Scuola del Teatro Musicale. Nata a Viterbo, muove i primi passi in campo artistico sin dall’età di cinque anni. Dopo il conseguimento del diploma EsaBac intraprende il percorso di studi al campus artistico Casa del Musical. Dal 2018 al 2020 prende parte ai tour degli spettacoli della Savatteri Produzioni, esibendosi in teatri e siti archeologici tra cui il Teatro Antico di Taormina. Interpreta i ruoli di Demetra, Era e Penelope in Al passo coi templi – Il risveglio degli Dei, Filomena in Camicette bianche – Il musical, Prudentia in Caravaggio – La fuga e Luce del Natale ne Il bosco incantato. Si esibisce come membro del coro in Medea e prende parte come ensemble e ballerina alle produzioni di Lo Zar a Palermo e Hadrianus Imperator con Giancarlo Giannini. Nel 2022 è ensemble nel musical Maria diretto da Marco Iacomelli (STM – Scuola del Teatro Musicale).

@elena.sisti su Instagram.

ALESSIA GENUA nel ruolo di ROSA, JUDY, MAMMA e Ensemble

Diplomata della Scuola del Teatro Musicale. Nata e cresciuta a Reggio Calabria, il suo percorso artistico inizia proprio nel territorio calabrese nel 2004 come cantante di diverse band. Consegue il Diploma Accademico di I livello in Musica, Scienza, Spettacolo e Tecnologia del Suono al Politecnico Internazionale Scientia et Ars di Vibo Valentia per poi trasferirsi a Novara per studiare alla STM. Nel 2017 debutta professionalmente con il ruolo di Alysha nel musical Green Day’s American Idiot diretto da Marco Iacomelli (STM – Scuola del Teatro Musicale, Fondazione Teatro Coccia e Reverse Agency). Nel , 2018 interpreta Maureen in Rent al Teatro Nazionale di Milano, diretto da Costanza Filaroni (STM – Scuola del Teatro Musicale). Si esibisce al 61º Festival dei due Mondi di Spoleto nell’opera lirica Il Minotauro diretta da Giorgio Ferrara e, dopo varie tournée nazionali e apparizioni televisive su Rai e TV9, si diploma in doppiaggio. Molti sono gli spot radiofonici e televisivi che la vedono coinvolta come speaker e cantante, tra cui Chupa Chups, Vivident e Biffi.

@alessia_genua su Instagram, @alessiagenuacantante su Facebook.

JACOPO SPUNTON nel ruolo di COMMESSO e Ensemble

Allievo attore della Scuola del Teatro Musicale. Novarese di nascita, dall’età di 8 anni si avvicina alla chitarra elettrica alla Scuola di Musica Dedalo, affiancando poi, da autodidatta, lo studio del canto e di altri strumenti quali il basso, la batteria e il pianoforte. È nella formazione di diverse band come chitarrista, cantante, bassista e tastierista suonando in tour nel nord Italia ed è chitarrista della Compagnia la Goccia. Nel 2021, sotto la supervisione del Mº Alberto Rudoni, consegue il diploma Metal Master in chitarra moderna e, con il Mº Stefano Vicelli, la certificazione ABRSM Grade 5 alla Scuola di musica Dedalo di Novara. Nello stesso anno è finalista a Sanremo Rock. Nel 2022 interpreta Francesco nel musical Maria diretto da Marco Iacomelli (STM – Scuola del Teatro Musicale).

@jacopospunton su Instagram.

MATTEO GIAMBIASI nel ruolo di PAPÀ e Ensemble

Diplomato della Scuola del Teatro Musicale e laureato in Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione presso il Politecnico di Torino. Attore e cantautore di Cremona, fin dall’infanzia studia pianoforte, canto e recitazione. Partecipa al progetto di musica d’insieme Back To School!, lavorando con Morgan, Niccolò Fabi e Federico Zampaglione. È voce solista di The Swingers Big Band, fondata da Nino Donzelli, pianista e fisarmonicista di Mina. Partecipa a seminari di scrittura con Mogol e vince per due volte il Premio PrIMO – Premio Italiano del Musical Originale, con le opere Pendragon (2018) e Holmes (2020) di cui è co-autore e co-compositore. Con lo spettacolo Pendragon partecipa inoltre a Ramppikuume, Festival del Teatro Giovanile Finlandese, in qualità di autore, regista e interprete. Per la Fondazione Teatro Coccia è mimo nelle opere contemporanee Ami e Tami e Donna di Veleni, e interpreta il ruolo di Agamennone nell’opera Cassandra, in te dormiva un sogno di Marco Podda, diretta di Daniele Salvo. Partecipa come cantante ai concerti Disney Musical e ABBA Musical della rassegna Musical a corte (STM – Scuola del Teatro Musicale), presso il Castello Sforzesco di Novara e la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

@matteo_giambiasi su Instagram, @matteogiambiasi su Facebook.BAND

WALTER CALAFIORE (Direttore musicale / Pianoforte)

Nato a Montreal (Canada), si diploma in sassofono al Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria. Studia jazz con diversi insegnanti, tra cui Wally Allifranchini, Jerry Bergonzi, Rosario Giuliani, Robert Bonisolo, Fabio Petretti, Claudio Lugo, Tino Tracanna e Miles Osland. Nel 2007 e nel 2008 vince due borse di Studio all’International Saxophone Festival di Faenza. Da anni lavora in diversi contesti musicali di jazz , swing, bebop, funk, latin, contemporay gospel, fusion, r&b, house music, esibendosi in festival e nei più importanti teatri italiani tra cui il Piccolo Regio di Torino, l’Auditorium Verdi di Milano, il Blue Note di Milano e il Teatro Coccia di Novara. Nell’estate del 2012 è nell’orchestra che accompagna Andrea Bocelli. Collabora con musicisti nazionali ed internazionali tra cui Kymberly kovington, Arthur Miles, John Robinson, Emilio Soana, Luciano Zadro, Luciano Milanese, Andrea Pollione, Carlo Uboldi, Antonio Cervellino, Massimo Baruffaldi, Tullio Ricci, Stefania Aggio, Mary Montesano, Arianna Masini, Lorenzo Erra, Edoardo Cespedes, Andrea Attena, Marco Caputo, Davide Calvi, Carmelo Venuto, Edoardo Bignoli, Wally Allifranchini, Fausto Ferraiuolo, Beppe Pini, Mauro Brunini, Fabrizio Fogagnolo, Folko, Alice Edun, Giorgia Sallustio, Jason Thompson, David Elvique, Susan Harriot, Karen Gibson, Josh Mckenzie, Joel Grant, Batty Williams, Wayne Ellington, JTband, R.A.M.A, Luigi Bonafede, Mario Biondi, David Foster, Ultimo, Sandy Lea, Carla Jane, Myron Butler, Junior Robinson, Brotherhood Gospel Choir, Rino Di Pace, Carmelo Isgrò, Antonio Galbiati, Stefano Signoroni, Rodolfo Guerra, Alex Polifrone, Flavio Scopaz, Tony Casuscelli e Paolo Polifrone. È sassofonista della Lova Band di Stasera che Sera (Canale 5) e per varie trasmissioni tv di Mediaset.

STEFANO BACINO (Chitarra)

Chitarrista e cantante di Borgomanero (NO), consegue il diploma del Corso Triennale di Chitarra presso CPM – Centro Professione Musica di Milano in un anno solo con gli insegnanti Michele Quaini e Fabio Nuzzolese; contemporaneamente, nel 2017, termina gli studi al liceo scientifico. Prosegue gli studi di chitarra con Giorgio Secco, Giorgio Cocilovo e Luca Meneghello e studia arrangiamento e composizione con Claudio “Wally” Allifranchini. Dal 2016 inizia lo studio del canto e si dedica alla composizione di brani inediti. Nel 2018 vince la borsa di studio per i giovani talenti al Mortara Jazz Festival. Da dieci anni è docente di chitarra e attualmente insegna alla Music Art Academy e privatamente. Nel 2020 pubblica il primo singolo Forse Un Domani. Nel 2021 pubblica In A Cocktail Mood, un album strumentale jazz e pop in duo con il sassofonista Stefano De Palma. Negli anni ha vissuto esperienze live su numerosi palchi, suonando con svariati artisti, tra cui: Franco Mussida, Lorenzo Fragola, Zibba, Pago, Claudio “Wally” Allifranchini, Beppe Dettori. Ha partecipato alle masterclass di Scott Henderson, Mark White, Alissia and The Funkteers, Scott DeOgburn, Luca Colombo, Sandro Gibellini, Colin Edwin e Roberto Gualdi.

FULVIO BELLINO (Viola)

Nato nel 1987, intraprende lo studio del violino alle scuole medie con il prof. Costanzo Squarotti, proseguendo gli studi al liceo musicale Egho Bianchi e al conservatorio Giorgio Federico Ghedini di Cuneo, sotto la guida di Vera Anfossi e Piergiorgio Rosso fino al nono anno di violino. Nel 2009 passa alla viola, studiando con Leopoldo Slamig con il quale si diploma nel 2012. Nel 2014 entra all’Accademia di Pinerolo nella classe di Aida Carmen Soanea. L’anno seguente partecipa al Master in Performance al Conservatorio della Svizzera Italiana, che termina nel 2017 sotto la guida di Danilo Rossi con cui prosegue gli studi all’Istituto Palestrina di Piacenza. Collabora con l’Orchestra Bartolomeo Bruni di Cuneo, l’Orchestra Filarmonica del Piemonte, l’Orchestra del Teatro Coccia di Novara, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, la Alpen Symphonie Orchester e l’Orchestra da Camera Giovanni Battista Polledro di Torino. Suona in diverse formazioni da camera nelle province di Cuneo e Torino.

ALEX CANELLA (Batteria)

Classe 1991, studia con Umberto Cesarano (diploma AMM), Paolo Pellegatti (diploma SIB), Alfredo Golino, Lele Melotti, Emiliano Bassi e si diploma presso il Conservatorio Verdi di Milano. Attualmente impegnato con Pigreco, Amanda e la Banda, I Tristi e molto attivo come session man in studio e live. Ha collaborato con molte realtà che lo hanno portato in tour in tutta Italia e in numerosissimi paesi esteri. Appare in importanti festival ed eventi tra cui Primo Maggio di Roma, X-Factor, Rai, Virgin Radio, MEI, Ameno Blues, Novara Jazz. Attivo anche didatticamente, segue un programma di studio completo che tocca tutti i generi e le sfaccettature utili al miglioramento e alla professione.

FRANCESCO DI GIACINTO (Violino 1)

Dopo aver studiato violino alla Scuola Civica Claudio Abbado con i Maestri Carlo De Martini e Alberto Intrieri, si diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Prosegue gli studi nella classe del Mº Giovanna Polacco con la quale consegue il Diploma Accademico di II livello. Fin dai primi anni di violino partecipa a progetti di musica in formazioni da camera e con l’orchestra giovanile della Scuola Civica. Prende parte a numerose attività musicali, in orchestra o in ensemble, in Conservatorio e al Teatro Verdi, suonando per varie rassegne tra cui MITO. Esegue spesso brani di musica contemporanea ed è membro stabile dell’OSCoM – Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano fin dalla sua fondazione.

CECILIA DRAGO (Violino 2)

Milanese, si diploma in Violino presso il Conservatorio Guido Cantelli di Novara nel 2019 nella classe del Mº Francesca Monego e sta terminando il master presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Fin dall’infanzia studia lo strumento avvicinandosi subito al mondo dell’orchestra nelle realtà giovanili come l’Orchestra Ricordi Under 13 e la Futur Orchestra, potendo imparare sotto la direzione di maestri come Ennio Morricone e Alessandro Cadario. Nel 2020 supera le audizioni per l’Orchestra Giovanile italiana e per l’OSCoM – Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano, partecipando a numerose produzioni con direttori e solisti di fama europea come Lorenza Borrani, Barnabas Kelemen, Fabio de Luisi, Alexander Lonquich. Nel 2018 collabora con il Teatro Coccia per l’opera Rigoletto e nel 2020 assieme alla scuola Danza Viva di Novara. Nell’estate 2022 partecipa alla tournée a Berlino con l’Ogi, in occasione del festival Young Euro Classic. Partecipa negli anni a diverse masterclass con Simone Bernardini (violinista dei Berliner Philarmoniker), Amiram Ganz (del trio Altenberg di Vienna), Aiman Mussakhajayeva (solista e star del Kazakhstan), per due anni partecipa a Città Alta Chamber Music, corso di musica da camera di respiro europeo, con i docenti jörg Winkler, Francesca Monego, Claudio Mondini e Jan Ipe Nota. Appassionata di musica del Novecento e delle Avanguardie, approfondisce anche il repertorio moderno e segue corsi di jazz e improvvisazione. Nel 2017 partecipa a della masterclass di SoundPainting tenute dall’oboista Marika Lombardi. Partecipa all’orchestra del programma X-Factor e si esibisce a Novara in occasione dell’Estate Novarese con Christian Castelletti in tributi di musica ai Police e cantautorato italiano. Frequenta nel 2020 corsi di pedagogia e psicologia musicale. Attualmente insegna violino presso l’Arona Musica Academy.

ALICE MANA (Violoncello)

Originaria della provincia di Cuneo, si avvicina allo studio della musica e del violoncello in tenera età, presso l’Istituto Musicale Baravalle di Fossano, per poi proseguire sotto la guida della Prof.ssa Paola Mosca al Conservatorio Giorgio Federico Ghedini di Cuneo. Da allora approfondisce lo studio dello strumento con vari insegnanti, fino al conseguimento del titolo di Maestro, sotto gli insegnamenti del Prof. Jacopo Di Tonno. Continua gli studi di specializzazione in Violoncello con il Prof. Andrea Scacchi presso al Conservatorio Guido Cantelli di Novara, dove consegue il Diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti. Negli anni partecipa a diverse masterclass con prestigiosi violoncellisti, come Riccardo Agosti, primo violoncello del Teatro Carlo Felice di Genova, e Francesco Parazzoli, primo violoncello del Teatro Comunale di Bologna. Collabora con numerose orchestre del Nord Italia, tra le quali l’Orchestra Bartolomeo Bruni di Cuneo, l’Orchestra Mozart di Ivrea e la Sinfonica di Bordighera. Nella primavera del 2022 insegna violoncello presso l’Istituto Comprensivo Filippo Maria Beltrami di Omegna e, nell’estate dello stesso, collabora con l’associazione SuoniAMO presso il Campus Estivo di Antrona, seguendo i ragazzi nella preparazione orchestrale.

GIULIO MOLTENI (Basso)

Studente di basso elettrico pop al CPM – Centro Professione Musica di Milano e di basso elettrico jazz al Conservatorio Francesco Antonio Bonporti di Trento e Riva del Garda, ha la possibilità di crescere sotto la guida di due tra i più importanti bassisti italiani: Dino D’Autorio e Franco Testa. Nell’estate del 2019 vince una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston presso l’Umbria Jazz Festival. È attivo nel teatro del CPM come bassista accompagnatore di artisti ospiti dell’Istituzione come Gabin Dabiré e Cristiano Godano (Marlene Kuntz). È bassista per artisti emergenti del Trentino-Alto Adige come Bianca Giacomoni, vincitrice under 21 di Uploadsounds 2020, ed Elias Leverato (M4NG). È bassista della Big Band del Conservatorio Bonporti, collaborando con artisti quali Franco Testa e Bob Mintzer. Partecipa a festival musicali suonando con musicisti come Stefano Pisetta, Luca Baldessari, Robert Bonisolo, Fiorenzo Zeni, Daniele Patton, Marco Mattia, Riccardo Dellantonio e Alessndro Biasi.

CASIO MUSIC

CASIO è partner tecnico ufficiale del musical tick, tick… Boom!, scritto da Jonathan Larson. La collaborazione è in primis una naturale prosecuzione della partnership del brand con il musical in altri contesti internazionali, ma soprattutto è una naturale combinazione tra l’obiettivo di CASIO di rendere accessibile la musica a tutti e, quindi, supportare giovani talenti nel diventare veri e propri artisti e il sogno di Jon, protagonista del musical, di sfondare nel mondo di Broadway con il suo “Superbia”.

Fedele al suo principio guida di “creatività e contributo”, fin da quando è stata fondata nel 1957 la società si è dedicata allo sviluppo di prodotti che si distinguono per la tecnologia avanzata e l’innovativo design. 

Negli anni ’80 imparare a suonare più di uno strumento musicale era costoso e dispendioso in termini di tempo e gli strumenti elettronici disponibili in quegli anni non erano nemmeno particolarmente semplici da usare. Con l’obiettivo di abbattere queste barriere, CASIO sviluppò la tastiera elettronica CASIOTONE 201, compatta, leggera e dotata di uno speaker integrato per offrire la possibilità di riprodurre diversi timbri con estrema semplicità. Questo strumento innovativo consentiva all’utente di riprodurre i suoni di 29 strumenti diversi con un’unica tastiera. Al tempo considerato un “terzo strumento”, né un organo elettronico né un sintetizzatore, si diffuse molto rapidamente in tutto il mondo, creando un modo completamente nuovo di fare e ascoltare musica.

Da quel primo successo in poi CASIO si è evoluta sviluppando prodotti che hanno reinventato il modo di fare musica. A partire dal modello CZ-101, che ha introdotto l’originale “sorgente sonora PD” di CASIO e aprì la porta ai primi sintetizzatori, fino al primo CDP-300, destinato a diventare uno dei primi pianoforti “pensato per una casa” e capostipite dei pianoforti digitali. Ad oggi l’offerta del marchio propone pianoforti digitali sia con tastiere non dinamiche, come le apprezzate CASIOTONE pensate per persone alle prime esperienze musicali, sia tastiere dinamiche, di cui CASIO ha portato avanti in particolare due linee, simili tecnologicamente e opposte nel design: la linea Celviano e la linea Privia. 

La nascita della linea Celviano Grand Hybrid fu sancita nel 2015 dal primo Grand Hybrid GP-500BP, che sfruttava una nuova e rivoluzionaria tastiera Natural Grand Hammer Action con tasti in legno analoghi a quelli dei pianoforti a coda di C. Bechstein. La linea Celviano Grand Hybrid riproduce fedelmente i suoni e le risonanze uniche che caratterizzano i pianoforti a coda, la dinamica e molti altri aspetti, sfatando tutti gli scetticismi degli esperti sulle prestazioni dei pianoforti digitali. 

Altro punto saldo del marchio è la linea Privia, nata con l’idea di scardinare i punti di debolezza dei pianoforti tradizionali (ingombranti, pesanti e costosi). Come suggerisce il nome stesso Privia, che nasce dalla combinazione di “Private” e “Piano”, il marchio rappresenta la realizzazione di un sogno, ovvero il fatto che molte persone avevano sempre sognato di possedere un pianoforte ma per motivi di spazio e costo non vi erano riuscite. La serie Privia era ed è caratterizzata tuttora da un design elegante e una meticolosa attenzione per il suono e la meccanica, il tutto in dimensioni tra le più compatte al mondo. 

CASIO è riuscita in questi quarant’anni a creare un’ampia offerta di piani digitali, che permettono di seguire il cliente dai suoi primi passi nel mondo della musica fino a chi (i pochi fortunati) riesce a diventare un vero e proprio musicista di professione. In questo modo il marchio ha e tuttora porta avanti il suo obiettivo prioritario di rendere la musica accessibile a tutti.

SCUOLA DEL TEATRO MUSICALE

La Scuola del Teatro Musicale è il centro di formazione e produzione per il Musical riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca e sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo che ha sede al Teatro degli Arcimboldi di Milano, al Teatro Coccia di Novara e al Teatro Politeama Pratese di Prato. La mission della Scuola è fornire il più alto livello di formazione artistica a interpreti e creativi di talento provenienti da tutto il mondo, in modo che possano realizzare pienamente il loro potenziale come artisti e professionisti. Dalla fondazione ha prodotto  L’Attimo Fuggente, Green Day’s American Idiot, Next to Normal, Oklahoma!, Le Nozze di Figaro, Ami e Tami, Maria e tick, tick… BOOM!.

TEATRO COCCIA 

Il Teatro Coccia di Novara è l’unico Teatro di Tradizione della Regione Piemonte, tra i 29 del territorio nazionale. Con i suoi oltre 750 posti programma da Gennaio a Dicembre un ricco cartellone di spettacoli, mantenendo la sua missione principale nella produzione dell’opera lirica e di teatro musicale. Il calendario si articola tra opera, danza, concerti, spettacoli di prosa, musical, comici, varietà, musica jazz e spettacoli pensati per il pubblico dei più giovani e dei bambini.

Accanto alla programmazione della stagione, il Teatro Coccia è organizzatore di altri progetti educativi e artistici. Progetti nati sotto la direzione artistica del direttore Corinna Baroni.

L’Accademia dei Mestieri dell’Opera del Teatro Coccia – AMO, fucina di talenti, che apprendono le arti e i mestieri che partecipano alla realizzazione di un’opera lirica. Dall’aria artistica a quella tecnica, con work experience sul campo nelle produzioni firmate dal teatro.

Il Premio Internazionale di Direzione d’Orchestra Guido Cantelli, rinato nel 2020, dopo 40 anni dalla sua ultima edizione.

Il progetto Sipario Virtuale, l’aria web del Teatro Coccia, sul sito ufficiale, nella quale confluiscono contenuti extra pensati appositamente per il digitale. Uno spazio che viaggia in parallelo alla programmazione della stagione e con essa si interseca in temi, approfondimenti e curiosità.

Il progetto DNA Italia, nato in sinergia con numerose attività formative del territorio nazionale. Conservatorio Cantelli di Novara, Accademia Rossiniana Alberto Zedda di Pesaro, Accademia dei Mestieri dell’Opera del Teatro Coccia – AMO, Accademia Aldovrandi di Bologna, Conservatorio di Musica Alessandro Scarlatti. Il progetto nasce in nome del Maestro Gioachino Rossini e per ridare vita a una grande tradizione italia, quella dell’opera buffa.

In ultimo, nasce nel 2022, il nuovo festival Sinfonie di Sensi che porta sul territorio piemontese Musica, Parola, Storia e Gusto dimore, musicisti internazionali, voci narranti, chef e pianoforte Bosendorfer.

tick, tick… BOOM! – IL TOUR

  • 24 e 25 settembre | NOVARA @ Teatro Coccia
  • 18 ottobre | TRIESTE @ Politeama Rossetti
  • dal 2 al 6 novembre | MILANO @ Teatro Franco Parenti
  • 11 novembre | BRESCIA @Gran Teatro Morato
  • 13 novembre | NICHELINO (TO) @ Teatro Superga
  • 26 novembre | PADOVA @Gran Teatro Geox
  • 1 dicembre | BEVAGNA (PG) @Teatro Francesco Torti
  • 3 dicembre | BERGAMO @Creberg Teatro

INFO: STM – SCUOLA DEL TEATRO MUSICALE
https://www.ticktickboom.it
T: +39 02 80898907
M: info@scuolateatromusicale.it
Facebook: @scuolateatromusicale
Instagram: @scuolaeatromusicale

Ufficio stampa tick, tick… BOOM!
Cristina Atzori
cell. 349 8205112
criatzori@gmail.com

Ufficio stampa Fondazione Teatro Coccia
Serena Galasso
cell. 392 3020533
ufficio.stampa@fondazioneteatrococcia.it

VAI ALL'EVENTO

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!
error: Contenuto protetto!
Arianna Dance School in Stage