Sine Sole Sileo

Sine Sole Sileo

Finalmente la danza riprende a farsi strada tra i meandri delle restrizioni da covid. E lo fa partendo dalla meravigliosa cornice dell’Acquamorta in quel di Monte di Procida, nel bel mezzo dei Campi Flegrei, cuore pulsante di arte e cultura e terra natia del coreografo Antonio Colandrea. Qui il poliedrico artista ha preparato per il primo agosto “Sine Sole Sileo”, il titolo del nuovo spettacolo che si affida inequivocabilmente al sole ed ai suoi effetti benefici.

Sine Sole Sileo di Antonio Colandrea

L’idea dello spettacolo “Sine Sole Sileo” (Senza sole taccio) è dunque di Antonio Colandrea, già diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli ma soprattutto ballerino professionista del Maggio Musicale Fiorentino. Si ricorderanno senz’altro le direzioni artistiche dei vari Evgenij Polyakov e Karole Armitage che, al pari delle esperienze con Rudolf Nureyev, hanno forgiato drasticamente la vena artistica del coreografo napoletano. E lo spettacolo voluto fortemente dalla direzione artistica di Fiorenza Calogero e dallo stesso coreografo rientra nell’ambito della rassegna “Musica e Arte nella Terra del Mito”, con la partecipazione dei danzatori di HumanBodies e Art Garage, diretti da Emma Cianci.

Con queste coreografie Antonio Colandrea ha più volte messo in luce l’opportunità di affidare il suo “Sine Sole Sileo” ad un ideale abbraccio alla sua terra, quella che ha amato con nostalgia nei numerosi anni della carriera internazionale ed in questi bruttissimi mesi di pandemia. Ed è per questo che il titolo vuole dunque valorizzare le infinite capacità del sole e della luce, come del resto suggerisce il titolo della coreografia, accompagnata dalla voce recitante di Clotilde del Vaglio dai suoni, dalla musica e dalle percussioni di Luca Valenziano. Artista unico nel suo genere, Valenziano è capace di realizzare suoni unici e speciali, ricavati anche dalle cozze che agita strabiliando artisti, pubblico e critica, o soffiando in particolari tubi metallici ricavandone una melodia eterogenea. Oltre a loro, Antonio Colandrea per “Sine Sole Sileo” ha riunito a sé nella splendida cornice dell’Acquamorta le soliste Maria Anzivino e Marcella Martusciello, con i danzatori di HumanBodies ed Art Garage, eclettica compagnia diretta da Emma Cianchi, coadiuvati in scena dal tenore Raimondo Ponticelli (ex collega di Antonio Colandrea proprio al Maggio Musicale Fiorentino).

Sine Sole Sileo di Antonio Colandrea

Antonio Colandrea

“Sine Sole Sileo” è anche l’occasione per ascoltare dal vivo la voce e la chitarra del cantautore Osvaldo di Dio, che ha collaborato per anni con Battiato, De André, Ramazzotti e tanti altri artisti di fama.

La cornice più preziosa della danza sarà dunque la musica appannaggio dei grandi classici dell’eterna canzone napoletana, dal Seicento ai tempi nostri, con la consulenza musicale di Antonio Colandrea, uno dei coreografi più sensibili del patromonio musicale come riconosciuto dai suoi colleghi e dalla critica in tutti questi anni.

Ne valga ad esempio l’ultimo lavoro rappresento in scena lo scorso Natale per conto di Campania Arte Danza nella sua nuovissima versione del “Lo Schiaccianoci” di Piotr Ilich Ciaikovskij.

“Con l’occasione di questa conferenza stampa a distanza voglio ricordare in scena i miei due ex allievi Eleonora e Francesco Scotto di Perta – ci spiega il coreografo montese – di cui sono orgoglioso e che vedo danzare con successo nelle rispettive scuole del Teatro dell’Opera di Roma e del Teatro di San Carlo di Napoli. Per la messinscena di questo spettacolo di questo infuocato primo agosto all’Acquamorta di Monte di Procida ringrazio di cuore il sindaco Giuseppe Pugliese, la vicesindaco Teresa Coppola, l’assessore Dina Stella e tutta l’amministrazione comunale, nonché  la stimatissima Fiorenza Calogero, direttore artistico di tutta la rassegna “Musica e Arte nella Terra del Mito” per aver inserito la mia creazione nella sua programmazione. Ennesima dimostrazione di quanto i campi ardenti che ci circondano sapranno prendere per mano Tersicore e ricondurla in scena come è sempre stato.”

Dettagli Redazione DanzApp

Staff della Redazione di DanzApp.it Mettiti in contatto con i nostri referenti per maggiori informazioni, inviarci una richiesta specifica, o se hai problemi con il tuo account. Sempre in punta di piedi!

Su questo sito utilizziamo i Cookie secondo le finalità indicate nella nostra Cookie Policy. Prima di continuare nella navigazione ti chiediamo di fornirci il tuo consenso. Per maggiori informazioni ti invitiamo a visitare la pagina dedicata. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi